Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il reparto dell'ospedale trevigiano festeggia i cento anni di attività

NUOVA AREA PER PAZIENTI GRAVI ALLA PEDIATRIA DEL CA' FONCELLO

Grazie alle Fondazione Zanetti, 20 letti con monitoraggio costante


TREVISO - Un'area nuova di zecca, dove i piccoli malati potranno essere tenuti sotto controllo 24 ore su 24. La Pediatria dell'ospedale di Treviso si arricchisce di dieci stanze per terapia semi-intensiva. Qui potranno essere ricoverati venti bambini che, soprattutto per problemi respiratori, neurologici o traumi, hanno bisogno di un monitoraggio costante e che fino ad oggi dovevano essere trasferiti in altri ospedali o in altri reparti “per adulti” del Ca' Foncello. La realizzazione è stata possibile grazie alla Fondazione Zanetti: l'organizzazione, fondata dal re del caffè Massimo Zanetti e dalla sua famiglia e dedita ai problemi dell'infanzia in particolare malnutrizione e analfabetismo, ha donato all'ospedale venti “barre testa letto”, apparecchiature da posizionare appunto sopra la testiera del letto per consentire l'allacciamento di monitor delle funzioni vitali, respiratori, connessioni internet per la trasmissione dei dati sanitari on line e svariate altre apparecchiature elettroniche. Le nuove attrezzature, per un valore totale di 60mila euro, che consentiranno un ulteriore passo in avanti nell'efficienza delle cure, come spiega Liviana Da Dalt, primario di Pediatria. La pediatria ospita ogni anno circa 1.200 bambini, più altri 6-700 reduci da un'operazione in chirurgia pediatrica. Il progetto rientra in un più ampio programma di sviluppo dell'unità operativa in concomitanza con il centenario e con il riconoscimento di reparto di insegnamento, in collaborazione con le università del Veneto.