Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 51enne di Asolo era finito alla sbarra per rispondere dell'accusa di bancarotta

FALLIMENTO AZZURRA, DUE ANNI E MEZZO A ROBERTO BORTOLOZZO

Assolto invece l'altro imputato, il 59enne Lionello Daniel


PEDEROBBA – (gp) Due anni e mezzo di reclusione per Roberto Bortolozzo, 51enne di Asolo, e assoluzione perchè il fatto non costituisce reato per Lionello Daniel, 59enne di Caerano San Marco. Questa la sentenza emessa dal tribunale di Treviso nei confronti dei due imputati per il fallimento di della società “Azzurra srl” di Pederobba. Entrambi erano chiamati a rispondere del reato di bancarotta, così come Fiorella Piccolo, 45enne di Maser moglie di Bortolozzo nonché amministratrice dell'azienda che ha già chiarito la propria posizione con la giustizia. La donna era accusata di aver distratto dall'azienda beni strumentali per 56 mila euro, merci dal magazzino per 442 mila e risorse finanziarie per 78 mila euro. Il marito, assieme alla moglie, avrebbe poi sottratto assegni circolari per un totale di 20 mila euro. Lionello Daniel era invece accusato di aver tenuto in modo inadeguato, insieme alla Piccolo, le scritture contabili e i libri sociali della ditta danneggiando in tal modo anche i creditori e non solo la società stessa. Circostanza da cui Lionello Daniel è risultato essere estraneo.