Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vendrame (Cgil): "Meno burocrazia e pił contratti aziendali"

MILLE LICENZIATI IN PIŁ NELLA MARCA NEI PRIMI OTTO MESI DELL'ANNO

La crisi non si ferma: ad agosto 5.451 in mobitą, quasi 15mila in cig


TREVISO - Sono 5.451 i lavoratori licenziati nel corso dei primi otto mesi dell’anno. A questi numeri bisogna aggiungere quello della cassa integrazione ordinaria che al primo settembre 2012 ha toccato i 2.629.790 ore, interessando ben 14.767 lavoratori della Marca e quella straordinaria che ad oggi coinvolge 2.605 persone dipendenti di 82 aziende che hanno in corso ristrutturazioni o procedure concorsuali. A rilevare i dati è la Cgil di Treviso. Sul fronte del mercato del lavoro i primi due quadrimestri del 2012 si chiudono con un saldo negativo: oltre un migliaio di posti di lavoro persi in più rispetto allo stesso periodo del 2011. Resta sostanzialmente immutato il rapporto tra disoccupati italiani e stranieri, che rappresentano il 36,5% del totale. Così come metalmeccanico, edilizia e legno rimangono i settori maggiormente colpiti dalla crisi.

Nel commentare i numeri, Giacomo Vendrame, candidato alla segreteria generale della Camera del Lavoro, si dice d'accordo con il presidente di Unindustria Alessandro Vardanega sulla necessità di una semplificazione burocratica e di progetti di sviluppo sostenibile: “Bisogna allora dare più forza alla contrattazione aziendale come primo elemento di politica industriale locale per far uscire il sistema produttivo dalla crisi – sottolinea Vandrame -. E questo lo si può fare solo coniugando sostenibilità aziendale e incremento salariale dei lavoratori”.