Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lavoratori e sindacati valutano anche l'ipotesi fallimento

LA PANTO IN LIQUIDAZIONE OGGI SI FIRMA LA CIGS

Il vertice in Regione con l'assessore Donazzan non sblocca lo stallo


S. BIAGIO DI CALLALTA - La Panto è stata messa in liquidazione: in attesa dell'evolversi della procedura, domani dovrebbe essere firmata la cassa integrazione straordinaria per i 118 dipendenti. Si starebbe valutando anche l'ipotesi che siano gli stessi lavoratori a presentare istanza di fallimento, se nella riunione al Sant'Artemio verrà fornito un piano industriale dettagliato. Una sessantina tra operai e impiegati, intanto si è recata a Venezia per il vertice in Regione, mentre i colleghi sono rimasti a presidiare la fabbrica. Una quindicina di addetti hanno partecipato, insieme ai sindacalisti, all'incontro con l'assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan e i rappresentanti dell'azienda. Le parti però sono rimaste ferme sulle loro posizioni. L'impresa, in particolare, ribadisce la volontà di procedere ad un concordato, costituendo una nuova società che assumerebbe non più di 55- 60 addetti, la metà dell'attuale organico. Anche riguardo al pagamento delle restanti due mensilità arretrate, giugno e agosto, l'impresa ha sottolineato che potrà essere effettuato solo dopo la creazione della nuova realtà. I sindacati continuano a chiedere il mantenimento di tutti i posti di lavoro. Lo stesso assessore Donazzan ha invitato l'azienda a presentare un piano industriale preciso, ritenendo insufficienti le informazioni finora fornite sui programmi dell'impresa che dovrebbe succedere all'attuale Panto.