Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Convegno con i rappresentanti delle banche e del sindacato

NIENTE CREDITO PER UN'IMPRESA SU 7, LA METÀ CONSIDERATA A RISCHIO

Gli artigiani: "Condizioni in peggioramento, rifinanziare i confidi"


TREVISO - Il rapporto tra artigiani e credito resta travagliato. Dal 2008 ad oggi, le imprese classificate come a rischio elevato dalle banche sono raddoppiate, passando dal 26 al 52%. Nel 2012, 220 aziende, tra quelle seguite da Veneto Garanzie (il confidi di Confartigianato della Marca), sono entrate in precontenzioso ovvero non hanno pagato almeno una rata del finanziamento. Quasi tre quarti di queste ditte sono inserite nel giudizio peggiore del rating. Un peggioramento che si riflette in un netto rialzo dei tassi di interesse e delle condizioni proposte alle imprese, come ribadisce Renzo Sartori, presidente di Veneto Garanzie. Si allungano anche i tempi di pagamento: nel primo trimestre dell’anno, prima di incassare le imprese private devono attendere in media 110 giorni, circa venti in più del secondo semestre 2011. La mancanza di liquidità per la difficoltà di farsi saldare le fatture impedisce di acquistare materie prime e crea un circolo vizioso che sta mettendo in ginocchio un numero crescente di aziende sane e con ordinativi. Secondo il presidente della Confartigianato della Marca, Mario Pozza, un'impresa artigiana su sette, in provincia, ha problemi di credito: un anno fa la quota non superava il 50%. Sul tema, l'associazione di categoria promuove questa sera un convegno “L’autunno del credito, la piccola impresa e l’occupazione”, che metterà intorno ad un tavolo, oltre ovviamente ad esponenti del mondo dell’artigianato, rappresentanti della federazione delle banche di credito cooperativo, di Unicredit e della Cgil, con il segretario provinciale Paolino Barbiero e il segretario nazionale della categoria dei bancari, Agostino Megale.