Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda conferma: 54 riassunzioni. I sindacati: "Non accetteremo mai"

PANTO, VIA ALLA CASSA INTEGRAZIONE MA NON SI SBLOCCA LO STALLO

Il vertice in Provincia: un anno di copertura per tutti i dipendenti


TREVISO - Firmata la cassa integrazione straordinaria per la Panto: tutti i 118 dipendenti dell'azienda di serramenti godranno di un anno di ammortizzatore, a partire dallo scorso primo ottobre. La richiesta è stata sottoscritta da impresa e sindacati nel vertice in Provincia e verrà a breve inviata al ministero del Lavoro per la ratifica. Possibilità di mobilità volontaria, per chi dovesse nel frattempo trovare un nuovo posto di lavoro, per non più di cinque persone. Quasi quattro ore di trattativa, però, non sono riuscite a sbloccare lo stallo sulle prospettive future dell'industria di San Biagio di Callalta. I rappresentanti dell'impresa, il liquidatore Danilo Lorenzon e il consulente Franco Quattromani, dopo le insistenze di Regione e Provincia, hanno presentato un business plan. Il documento, però, in sostanza ricalca le proposte già note: costituzione di una nuova società, che potrebbe riassumere non più di 54 addetti. Un piano che Anna Zanoni, della Fillea Cgil, e Francesco Orrù, della Filca Cisl, e le rsu, hanno ancora una volta respinto in toto, chiedendo che la nuova compagine si faccia carico di tutto l'attuale organico, utilizzando anche contratti di solidarietà. I rappresentanti dei lavoratori hanno già annunciato che non intendono concedere il loro consenso, necessario per l'approvazione del concordato, se l'azienda non rivedrà le proprie posizioni. Domani mattina in programma l'assemblea di fabbrica per valutare le azioni da intraprendere.