Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Altivole, arrestati dai carabinieri tre magrebini di 28, 30 e 32 anni

SPEDIZIONE PUNITIVA E RISSA DA SALOON AL CLUB "LA STELLA"

Titolare non vuole vendere, raid di una gang di marocchini


ALTIVOLE - Botte da orbi, una rissa che ha quasi i contorni della spedizione punitiva: spuntano coltelli e perfino uno spray urticante. Scene da far west nella notte tra giovedì e venerdì al circolo privato “La Stella” di via Piave, 78 ad Altivole. Tre marocchini giungono li poco dopo le 2, completamente ubriachi e chiedono di entrare. La porta chiusa non ferma il loro impeto: gli stranieri la sfondano, entrano, seminano il panico e affrontano il titolare del club, un 40enne di Montebelluna, ed un socio. I tre devastano il locale, rompono bicchieri, tavoli, danneggiano perfino le scale. Nasce una colluttazione ed una vera e propria rissa; oltre ai coltelli spunta anche uno spray urticante che mette in fuga una quarantina di clienti che si trovavano all'interno del club. In tutto si conteranno sei feriti e tra questi anche un pianista marocchino che stava intrattenendo gli avventori del locale. Arrivano dopo qualche minuti i carabinieri, tre pattuglie, dodici militari in tutto ed i responsabili dell'incursione finiscono in manette per rissa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi. Sono tutti marocchini residenti a Crocetta. In cella a Santa Bona un 32enne, Issam Ouahadi, il 28enne Mohamed Hdina ed un 30enne Mohamed Hachimi. Sarebbe quest'ultimo ad aver pianificato il raid: una settimana fa aveva chiesto di poter rilevare l'attività ma aveva trovato la ferma opposizione del titolare.