Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Le inziative del Comitato per l'imprenditoria femminile di Treviso

LE IMPRESE IN ROSA REGGONO MEGLIO ALLA CRISI

Meno fallimenti, in percentuale, per le aziende gestite da donne


TREVISO - Sono 18.433 le imprese al femminile in provincia di Treviso, quasi il 22% del totale, e occupano poco meno di 48mila addetti, il 15% di tutti i lavoratori dipendenti della Marca.

La maggior parte delle ditte in rosa operano in agricoltura e nel commercio, seguiti dai servizi alle imprese, in particolare nel settore immobiliare.

Nel comparto dei servizi alla persona, le imprese gestite da donne rappresentano la metà del totale, mentre nel confezionamento di articoli di abbigliamento o in pelle sfiorano il 46%.

La crisi si fa sentire, ma, secondo un'indagine condotta dal Comitato per l'imprenditoria femminile di Treviso, le aziende in rosa falliscono meno, in proporzione, rispetto a quelle maschili.

L'organismo, costituitosi a maggio in seno alla Camera di commercio, sta lavorando a due progetti. Il primo consiste in alcuni mini corsi per formare le imprenditrici sul tema del credito. Il secondo è invece rivolto ai giovani, ragazze ma non solo, con un concorso di idee sul futuro sviluppo della provincia trevigiana, rivolto alle classi degli ultimi due anni delle scuole superiori e agli studenti dei corsi di laurea presenti nella Marca.

A favore dell'imprenditoria femminile, inoltre, è stato riattivato il fondo regionale: due milioni di euro, in tutto il Veneto, per nuove aziende o per progetti di ampliamento e rinnovamento, acquisto di attrezzature, attività di ricerca e innovazione. Risorse di cui le imprenditrici hanno forte esigenza, ribadisce Maria Rosa Battan, presidentessa del Comitato per l'imprenditoria femminile di Treviso.