Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex ballerina di lap dance accusa Gianni Dal Col di averla maltrattata per mesi

DA INDAGATA A VITTIMA: VICTORIA KARATAIEVA TORNA DAL GIUDICE

La donna lo aveva accoltellato al culmine di una lite


SAN POLO DI PIAVE - (gp) Da indagata a parte offesa. Dopo la derubricazione del reato da tentato omicidio a lesioni gravi, la 31enne Victoria Karataieva è tornata in tribunale per raccontare al gip Elena Rossi le continue vessazioni subite dall'ex compagno Gianni Dal Col. Sentita nel corso di un incidente probatorio assistita dall'avvocato Roberto Uliana, l'ex ballerina di lap dance, finita in cella per aver accoltellato al culmine di una lite il 43enne di San Polo di Piave, ha descritto al giudice il clima casalingo di violenza e minaccia, causato dalla gelosia di lui, che era costretta a sopportare da mesi e che ha portato all'accoltellamento del 13 giugno scorso. L'uomo, molto conosciuto in paese e titolare dell'omonima azienda di famiglia, le avrebbe in più occasioni messo le mani addosso tanto che la 31enne, ancora in sede di interrogatorio, aveva dichiarato che quella del 13 giugno non fu “un'aggressione ma un gesto di difesa”. E poi aggiunse: “Si è vero l'ho accoltellato, ma per disperazione”. Il quadro del rapporto con il compagno sarebbe insomma stato costellato di violenza tanto da portare l'ex lap dancer a non reggere più il comportamento di quello che appariva ai suoi occhi più come un padrone che come un fidanzato. Entrambi indagati dunque, uno per maltrattamenti in famiglia, l'altra per lesioni gravi. Nei giorni scorsi infatti l'ex lap dancer, in seguito ai risultati degli accertamenti medici sulle ferite riportate da Dal Col, si era vista derubricare l'ipotesi accusatoria, circostanza che alleggerisce e non di poco la sua posizione, in attesa che venga chiarita anche quella del suo ex compagno.