Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il campione ex Benetton spiega le ragioni di una sua discesa in campo (politico)

RICKY PITTIS CANDIDATO SINDACO? "SOLO SE ME LO CHIEDE LA CITTÀ"

"Da tempo sto facendo considerazioni sul futuro di Treviso"


TREVISO - Riccardo Pittis candidato sindaco a Treviso? Probabile, ma ancora di sicuro non c'è nulla. E' un'ipotesi che il campione della ex Benetton avanza, ma che necessita di conferme. Queste le sue dichiarazioni tratte da Facebook.

"Oggi, dopo l'articolo uscito sul Gazzettino, dove viene ipotizzata una mia candidatura a sindaco di Treviso, molti amici mi hanno chiamato chiedendomi se fosse vera o meno la notizia, e per evitare speculazioni voglio spiegare la mia posizione e condividere con voi alcune riflessioni. Da mesi, insieme ad un gruppo di amici, senza connotazioni politiche, stiamo facendo delle considerazioni sul futuro della nostra amata città. Dopo l'esperienza del Consorzio Universo per lo sport, stiamo valutando se muovere il nostro impegno su Treviso. In un momento di confusione politica, ci stiamo chiedendo se sia giusto restare a guardare o se impegnarsi e raccogliere idee e le nostre migliori energie per giocare la partita. Il percorso è solo agli inizi, e siamo aperti a tutti coloro che vorranno apportare il proprio contributo in termini di idee e proposte. Se ci fosse una convergenza di vedute sul mio nome, se la città lo chiedesse e se ci fossero tutti i presupposti per realizzare il progetto, allora valuterò attentamente la scelta. Un sindaco però non è nulla senza una grande squadra al suo fianco. La squadra è formata, è forte e le porte sono aperte. In questo momento non esistono colori o bandiere, destra, sinistra, sopra o sotto. Non deve giocarsi un campionato per club, deve giocare la Nazionale, la squadra di tutti e che tutti tifano. Chiediamoci tutti assieme cosa noi possiamo fare per Treviso, condividiamo un progetto e teniamoci pronti. Il percorso è solo all'inizio".