Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

San Vendemiano, accendeva i roghi con la "diavolina" e poi li filmava

"PIROMANE SERIALE" INCASTRATO DALLE TELECAMERE DI VIA EUROPA

Il 20enne ha confessato tutto alla polizia, sarà denunciato


SAN VENDEMIANO - Sette roghi tra via via Foscolo e via Europa a San Vendemiano: tre nella serata del 2 ottobre, altri quattro esattamente una settimana dopo. In fiamme tende, tavolini ed altro materiale all'esterno di abitazioni, negozi, bar. Il “piromane”, responsabile dei roghi, è un 20enne del posto che è stato denunciato dalla polizia per incendio doloso. Il ragazzo accendeva i fuochi utilizzando della “diavolina”, il suo marchio di fabbrica, e poi immortalava le fiamme con il telefono cellulare, prima di scappare. Parte delle foto scattate sono state cancellate dal ragazzo stesso che ormai aveva capito che sarebbe stato beccato dalla polizia di li a poco.

“Rispondeva ad una pulsione incontrollabile” dicono gli investigatori. Ad incastrarlo sono state le telecamere della zona di via Europa che immortalavano il giovane mentre, incappucciato, dava alle fiamme ciò che trovava: ora la sua posizione è al vaglio del magistrato. In casa gli agenti hanno trovato gli indumenti usati nel corso dei raid: cappuccio, giacca in jeans, pantaloni grigi e scarpe da ginnastica. Il ragazzo ha ammesso ogni responsabilità sugli episodi che gli sono stati contestati. “Per fortuna l'allarme sociale è stato ridimensionato” ha commentato il dirigente del Commissariato di Conegliano, Claudio Di Paola.