Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 1984 era nel commando che cercò di sequestrare l'industriale Roberto Snaidero

DA RAPITORE A LADRO DI BORSETTE CIPRIANO GABRIELLI NON VA IN PENSIONE

Il 65enne ha sfondato il finestrino di un'auto in piazza a Cessalto


CESSALTO - Ha visto la borsetta incustodita sul sedile dell'auto,nel parcheggio di piazza Martiri della Libertà a Cessalto, e non ci ha pensato due volte. Ha sfondato il finestrino della Volkswagen Polo, di proprietà di una 23enne che era andata ad accompagnare la figlia all'asilo, ha arraffato la tracolla ed è fuggito. Cipriano Gabrielli, a 65 anni, risulta ufficialmente in pensione, ma non è a riposo dall'attività criminosa. Mercoledì mattina, alle 9, dopo il furto, dalla borsetta ha preso un centinaio di euro in contanti, un paio di occhiali Gucci e il bancomat. Il resto del contenuto l'ha gettato dalla sua auto, mentre correva verso San Stino di Livenza, in provincia di Livenza. Lì, dopo aver scoperto il codice sul telefonino della giovane mamma, con il bancomat rubato ha prelevato 50 euro dal locale sportello Unicredit. Poi se n'è tornato nel container che gli serve da abitazione, insieme alla compagna 62enne, ad Istrana. Quando i Carabinieri l'hanno individuato grazie alle telecamere installate in piazza a Cessalto e a quelle della banca, si sono resi conto di avere a che fare con una vecchia conoscenza, con almeno un quarantennio di reati alle spalle. Gabrielli, nativo di Conselve, nel padovano, tra l'altro, faceva parte del commando che nella notte del 25 ottobre 1984 aveva tentato di rapire davanti alla sua villa di Udine, Roberto Snaidero, dell'omonima famiglia di industriali delle cucine: nella sparatoria ingaggiata con i Carabinieri, che li attendevano, tre dei cinque sequestratori erano rimasti uccisi, mentre Gabrielli, allora 37enne, era stato gravemente ferito e un altro complice era stato catturato dopo una disperata fuga nelle campagne circostanti. E' stato lo stesso malvivente a confermare l'episodio ai militari, andati ieri a perquisire il suo alloggio, dove hanno trovato anche la custodia degli occhiali.