Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 1984 era nel commando che cercò di sequestrare l'industriale Roberto Snaidero

DA RAPITORE A LADRO DI BORSETTE CIPRIANO GABRIELLI NON VA IN PENSIONE

Il 65enne ha sfondato il finestrino di un'auto in piazza a Cessalto


CESSALTO - Ha visto la borsetta incustodita sul sedile dell'auto,nel parcheggio di piazza Martiri della Libertà a Cessalto, e non ci ha pensato due volte. Ha sfondato il finestrino della Volkswagen Polo, di proprietà di una 23enne che era andata ad accompagnare la figlia all'asilo, ha arraffato la tracolla ed è fuggito. Cipriano Gabrielli, a 65 anni, risulta ufficialmente in pensione, ma non è a riposo dall'attività criminosa. Mercoledì mattina, alle 9, dopo il furto, dalla borsetta ha preso un centinaio di euro in contanti, un paio di occhiali Gucci e il bancomat. Il resto del contenuto l'ha gettato dalla sua auto, mentre correva verso San Stino di Livenza, in provincia di Livenza. Lì, dopo aver scoperto il codice sul telefonino della giovane mamma, con il bancomat rubato ha prelevato 50 euro dal locale sportello Unicredit. Poi se n'è tornato nel container che gli serve da abitazione, insieme alla compagna 62enne, ad Istrana. Quando i Carabinieri l'hanno individuato grazie alle telecamere installate in piazza a Cessalto e a quelle della banca, si sono resi conto di avere a che fare con una vecchia conoscenza, con almeno un quarantennio di reati alle spalle. Gabrielli, nativo di Conselve, nel padovano, tra l'altro, faceva parte del commando che nella notte del 25 ottobre 1984 aveva tentato di rapire davanti alla sua villa di Udine, Roberto Snaidero, dell'omonima famiglia di industriali delle cucine: nella sparatoria ingaggiata con i Carabinieri, che li attendevano, tre dei cinque sequestratori erano rimasti uccisi, mentre Gabrielli, allora 37enne, era stato gravemente ferito e un altro complice era stato catturato dopo una disperata fuga nelle campagne circostanti. E' stato lo stesso malvivente a confermare l'episodio ai militari, andati ieri a perquisire il suo alloggio, dove hanno trovato anche la custodia degli occhiali.