Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Esposti cimeli storici e attrezzature a Palazzo dei Trecento

DALL'ASSO ANCILLOTTO ALL'AMX, IN MOSTRA I 25 ANNI DEL 3° RMV

Vi raccontiamo la storia del reparto dell'aeroporto di Sant'Angelo


TREVISO - Da un quarto di secolo fanno volare, in senso letterale, uno dei fiori all'occhiello dell'aeronatica militare italiana, l'Amx: gli specialisti del 3° Reparto Manutenzione Velivoli si occupano delle revisioni e dello sviluppo del celebre caccia. Il reparto è stato istitutito il primo novembre del 1987, nell'aeroporto "Giannino Ancillotto" di Sant'Angelo: un anniversario celebrato con mostra a Palazzo dei Trecento: l'esposizione illustra il presente dell'unità militare e ne ripercorre la storia, attraverso documenti e cimeli. Un percorso che si intreccia con la storia dell'aeroporto di Treviso - il primo "campo di fortuna" iniziò ad operare giusto 75 anni fa - e con quella dell'intera avizione italiana e dei suoi assi, come il conte Giannino Ancillotto, a cui la base è intitolata, per il quale Gabriele D'Annunzio coniò la definizione di "ala incombustibile" in memoria delle sue imprese contro i palloni aerostatici austo-ungarici nella Grande guerra. In mostra, tra gli altri anche i brandelli originali della tela del pallone abbattuto e la dedica autografa del "Vate", donati dalla famiglia Ancillotto al museo del reparto. L'esposizione, ad ingresso gratuito, è visitabile fino al prossimo 4 novembre.

Ai nostri microfoni, il direttore del 3° Rmv, colonnello Lucio Lorenzon, e il curatore della rassegna, luogotenente Gaetano Mazzeo.