Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cimolais, l'allarme dei famigliari domenica sera, ricerche andate a buon fine

PERDONO IL SENTIERO, NOTTE ALL'ADDIACCIO PER DUE ESCURSIONISTI TREVIGIANI

Erano a 1900 metri di quota, salvati dalla Protezione civile


CIMOLAIS - Stanno bene, seppur stanchi e provati dalla notte passata all'addiaccio, due escursionisti trevigiani che sono stati recuperati e tratti in salvo da un elicottero della Protezione civile a Cimolais. I due, entrambi esperti escursionisti di circa 50 anni, avevano perso il sentiero in Val San Lorenzo, una laterale della Val Cimoliana. L'allarme era stato lanciato in serata dai familiari, preoccupati non vedendoli rientrare. Ieri sera, riferiscono dal Soccorso alpino, una squadra e' partita alla ricerca dei due, trovando prima l'automobile parcheggiata e poi riuscendo solo a localizzare i dispersi. Gli escursionisti si trovavano a circa 1800-1900 metri di quota. Durante la notte la temperatura e' scesa fini a circa zero gradi, ma per fortuna i due uomini erano ben equipaggiati e sono anche riusciti ad accendere un fuoco. I due avrebbero perso il sentiero Marini perche' la traccia non era ben tenuta e quindi ben visibile, a causa di una frana. Le operazioni di soccorso sono state condotte, oltre che dalla protezione civile, dagli uomini del Soccorso alpino della Valcellina e dei Carabinieri di Cimolais.