Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Chiesta l'archiviazione del fascicolo per la morte di Janos Both, 41enne romeno

PNEUMATICO SCOPPIA E LO UCCIDE, GIOVANNI CALLEGARI E' INNOCENTE

Il titolare della Callegari Recuperi era indagato per omicidio colposo


NERVESA DELLA BATTAGLIA – (gp) Indagato per omicidio colposo, secondo la Procura non ha responsabilità per quanto accaduto. Per questo è stata chiesta l'archiviazione della posizione di Giovanni Callegari, il titolare della Callegari Recuperi srl di Bavaria di Nervesa della Battaglia. Il fascicolo a suo carico era stato aperto dopo la morte di Janos Both, un suo dipendente di 41 anni di origini romene, rimasto ucciso dallo scoppio di una ruota del trattore d'epoca che stava gonfiando. Le conclusioni degli inquirenti, dopo gli accertamenti effettuati, hanno stabilito che l'operaio è rimasto vittima di un tragico incidente causato da una fatalità o al massimo da un suo errore, ma non di certo da qualche negligenza del titolare in materia di sicurezza. Il 22 marzo scorso la camera d'aria dello pneumatico è stata gonfiata troppo, non potendo reggere alla quantità di atmosfere immesse dal compressore. Lo scoppio della gomma scagliò il cerchione del mezzo in pieno volto allo sfortunato operaio che si accasciò a terra in un lago di sangue. L'uomo fu subito trasportato all'ospedale Ca' Foncello in condizioni gravissime e sottoposto a un delicato intervento di neurochirurgia. Nonostante il prodigarsi dei sanitari, Janos Both morì dopo un paio di giorni di agonia.