Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/244: AUSTRALIA E SUD AFRICA OPEN, DEBACLE AZZURRA

Italiani sottotono negli ultimi due tornei prima delle festività


TREVISO - Due tornei di rilievo dell’European Tour, prima di una breve pausa.  Ad Albany, New Providence, organizzato in combinata tra European Tour e PGA of Australia, si è giocato l’Isps Anda. sul percorso del Royal Pines (par 72) a Benowa, nel Queensland. Montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Chiesta l'archiviazione del fascicolo per la morte di Janos Both, 41enne romeno

PNEUMATICO SCOPPIA E LO UCCIDE, GIOVANNI CALLEGARI E' INNOCENTE

Il titolare della Callegari Recuperi era indagato per omicidio colposo


NERVESA DELLA BATTAGLIA – (gp) Indagato per omicidio colposo, secondo la Procura non ha responsabilità per quanto accaduto. Per questo è stata chiesta l'archiviazione della posizione di Giovanni Callegari, il titolare della Callegari Recuperi srl di Bavaria di Nervesa della Battaglia. Il fascicolo a suo carico era stato aperto dopo la morte di Janos Both, un suo dipendente di 41 anni di origini romene, rimasto ucciso dallo scoppio di una ruota del trattore d'epoca che stava gonfiando. Le conclusioni degli inquirenti, dopo gli accertamenti effettuati, hanno stabilito che l'operaio è rimasto vittima di un tragico incidente causato da una fatalità o al massimo da un suo errore, ma non di certo da qualche negligenza del titolare in materia di sicurezza. Il 22 marzo scorso la camera d'aria dello pneumatico è stata gonfiata troppo, non potendo reggere alla quantità di atmosfere immesse dal compressore. Lo scoppio della gomma scagliò il cerchione del mezzo in pieno volto allo sfortunato operaio che si accasciò a terra in un lago di sangue. L'uomo fu subito trasportato all'ospedale Ca' Foncello in condizioni gravissime e sottoposto a un delicato intervento di neurochirurgia. Nonostante il prodigarsi dei sanitari, Janos Both morì dopo un paio di giorni di agonia.