Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, mezzo sequestrato durante un controllo dei carabinieri

AUTO CON TRUFFA, GIOSTRAIO DENUNCIATO

Vicentino 63enne raggirato, 24enne sparisce con la sua auto


TREVISO - Un 24enne giostraio trevigiano, M.M.A., originario di San Daniele del Friuli, è stato denunciato dai carabinieri per falso materiale. Il giovane era stato trovato alla guida di un'auto, una Fiat Punto, frutto di un raggiro avvenuto qualche settimana fa ai danni di un vicentino di 63 anni. Questi aveva messo in vendita la sua auto ed era stato contattato dal giostraio: all'appuntamento per la compravendita il giovane è riuscito a convincere l'anziano a firmare il passaggio di proprietà del mezzo ed è poi sparito. Il veicolo era stato ovviamente intestato ad un prestanome, un amico del giostraio. La vicenda è emersa qualche giorno fa quando i carabinieri di Treviso hanno fermato la Fiat Punto con al volante il 24enne, senza assicurazione: l'auto che non risultava intestata a lui è stata subito sequestrata. Per riavere il mezzo il giovane ha sottoscritto un contratto assicurativo scannerizzando però i documenti del prestanome, venendo così scoperto. L'auto, del valore di 4mila euro, è stata riconsegnata al legittimo proprietario. Nella foto il comandante del reparto operativo dei carabinieri di Treviso, colonnello Marco Piccoli.