Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti quattro anni e sei mesi ciascuno a Ilir Beshello, Bledar Sadikllari e Olsi Veizzi

RISSA E RAPINA AL BAR OLANDA: STANGATA ALLA GANG ALBANESE

I tre sono stati assolti dall'accusa di violenza sessuale di gruppo


PAESE - (gp) Poteva andare peggio vista la gravità delle accuse, ma di certo la condanna che hanno rimediato non si può definire leggera: quattro anni e sei mesi ciascuno. Alla sbarra di fronte al collegio dei giudici del tribunale di Treviso erano finiti in tre (quattro inizialmente ma il 28enne di Spresiano Eduart Ismail è stato già espulso dall'Italia): si tratta del 29enne di Olsi Veizzi, del 31enne di Quinto Bledar Sadikllari e del 36enne di Montebelluna Ilir Beshello, tutti accusati di violenza sessuale di gruppo e rapina aggravata in seguito a una rissa scoppiata al bar “Olanda” di Paese poi degenerata. Alla gang di albanesi veniva anche contestato in fase di indagini preliminari il reato di lesioni personali, poi caduto nel corso del procedimento penale per difetto di querela. I fatti risalgono al 14 dicembre 2008. Tutto era iniziato verso l'una di quel sabato notte quando i quattro, visibilmente ubriachi, erano arrivati davanti al locale. Beshello e Ismail, secondo l'accusa, avevano preso di mira la barista di 36 anni, residente a Paese. Dalla richiesta di qualche drink si era presto passati agli apprezzamenti, diventati nel giro di poco sempre più pesanti e volgari, stando a quanto raccontato dalla vittima. La barista avrebbe tentato di tagliare corto ma i due, insistendo, prima avrebbero allungato le mani e poi avrebbero iniziato a palpeggiarla. In sua difesa intervenne il fidanzato, un operaio di 37 anni. A quel punto tutti e quattro gli albanesi si sarebbero scagliati contro di lui colpendolo con calci e pugni. Per tentare di fermare la loro furia era intervenuto anche un avventore al quale venne riservato lo stesso trattamento. In più i quattro gli avrebbero strappato due collane in oro, del valore di seimila euro, che aveva al collo. A porre fine alla rissa ci pensarono i carabinieri, chiamati dagli altri clienti del locale. Nel giro di qualche ora vennero formalizzate le denunce che hanno spedito i quattro a processo. I giudici del tribunale di Treviso, pur assolvendo gli imputati dall'accusa di violenza sessuale di gruppo, hanno comunque usato il pugno duro condannandoli a una pena esemplare per il reato di rapina aggravata in concorso.