Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti quattro anni e sei mesi ciascuno a Ilir Beshello, Bledar Sadikllari e Olsi Veizzi

RISSA E RAPINA AL BAR OLANDA: STANGATA ALLA GANG ALBANESE

I tre sono stati assolti dall'accusa di violenza sessuale di gruppo


PAESE - (gp) Poteva andare peggio vista la gravità delle accuse, ma di certo la condanna che hanno rimediato non si può definire leggera: quattro anni e sei mesi ciascuno. Alla sbarra di fronte al collegio dei giudici del tribunale di Treviso erano finiti in tre (quattro inizialmente ma il 28enne di Spresiano Eduart Ismail è stato già espulso dall'Italia): si tratta del 29enne di Olsi Veizzi, del 31enne di Quinto Bledar Sadikllari e del 36enne di Montebelluna Ilir Beshello, tutti accusati di violenza sessuale di gruppo e rapina aggravata in seguito a una rissa scoppiata al bar “Olanda” di Paese poi degenerata. Alla gang di albanesi veniva anche contestato in fase di indagini preliminari il reato di lesioni personali, poi caduto nel corso del procedimento penale per difetto di querela. I fatti risalgono al 14 dicembre 2008. Tutto era iniziato verso l'una di quel sabato notte quando i quattro, visibilmente ubriachi, erano arrivati davanti al locale. Beshello e Ismail, secondo l'accusa, avevano preso di mira la barista di 36 anni, residente a Paese. Dalla richiesta di qualche drink si era presto passati agli apprezzamenti, diventati nel giro di poco sempre più pesanti e volgari, stando a quanto raccontato dalla vittima. La barista avrebbe tentato di tagliare corto ma i due, insistendo, prima avrebbero allungato le mani e poi avrebbero iniziato a palpeggiarla. In sua difesa intervenne il fidanzato, un operaio di 37 anni. A quel punto tutti e quattro gli albanesi si sarebbero scagliati contro di lui colpendolo con calci e pugni. Per tentare di fermare la loro furia era intervenuto anche un avventore al quale venne riservato lo stesso trattamento. In più i quattro gli avrebbero strappato due collane in oro, del valore di seimila euro, che aveva al collo. A porre fine alla rissa ci pensarono i carabinieri, chiamati dagli altri clienti del locale. Nel giro di qualche ora vennero formalizzate le denunce che hanno spedito i quattro a processo. I giudici del tribunale di Treviso, pur assolvendo gli imputati dall'accusa di violenza sessuale di gruppo, hanno comunque usato il pugno duro condannandoli a una pena esemplare per il reato di rapina aggravata in concorso.