Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, allarme poco dopo le 18 in un condominio di via Ronchese

INTOSSICATI DAL MONOSSIDO, IN QUATTRO RICOVERATI AL CA' FONCELLO

Famiglia straniera soccorsa da vigili del fuoco e Suem118


TREVISO - Un'intera famiglia di ivoriani, composta da padre 63enne, madre 57enne, la figlia, una ragazza 21enne e la loro nipotina, nata lo scorso 9 ottobre, è stata trasportata nel tardo pomeriggio all'ospedale Ca' Foncello in seguito ad un'intossicazione da monossido di carbonio. Nessuno dei coinvolti è in gravi condizioni ma in via precauzionale per tutti i medici hanno disposto il ricovero all'ospedale di Mestre dove sono stati sottoposti in tarda serata ad un trattamento in camera iperbarica. L'allarme era scattato poco dopo le 18 in un appartamento al quinto piano, al civico 2 di via Ronchese, a Santa Bona: si tratta di una delle tante vecchie palazzine Ater del quartiere. A contattare il 118 è stata la 21enne. A sentirsi male per prima era stata la madre che avrebbe avuto un malore provocato dalle esalazioni di monossido. Prima le difficoltà a respirare bene, poi il senso di nausea e vomito, il mal di testa e quindi lo svenimento. I sintomi sono stati fin da subito chiari agli operatori del Suem118 che hanno inviato sul posto tre ambulanze. Il senso di malessere, percepito in modo meno intenso anche dagli altri componenti della famiglia, sarebbe dovuto, a quanto sembra, ad un braciere ed una stufetta utilizzati per riscaldare l'appartamento in cui gli stranieri vivono. Per tutti è scattato il trasferimento presso la camera iperbarica di Mestre. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso.