Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Secondo progetto che si ispira a personaggi storici e letterari

IL LIBRO: LA VENDETTA DI MARCOLINA. OVVERO L'ULTIMO DUELLO DI CASANOVA

L'intervista all'autore José Sasportes


TREVISO - Con “La vendetta di Marcolina. Ovvero l'ultimo duello di Casanova”, edito dallo Studio LT2, lo scrittore e storico della danza José Sasportes, prosegue il suo progetto letterario iniziato con il romanzo “Giorni Contati”: costruire un seguito alla vita di personaggi storici o letterari il cui racconto sia dato per concluso.

Quello di cui parliamo a Lunedì libro è il secondo dei tre romanzi brevi (tre pubblicati in Portogallo, due per ora giunti in Italia) che seguono tale direzione : se nel primo romanzo l'autore sceglie la figura di Anton Cechov, prolungando di sette mesi la vita del drammaturgo, ne “La vendetta di Marcolina, Ovvero L'ultimo duello di Casanova”, il professor Sasportes si collega alla novella di Arthur Schnitzler “Il ritorno di Casanova” iniziando proprio da dove questa si era arrestata: la morte del Lorenzi, amante della giovane Marcolina, per mano presunta di un pretendente rifiutato: un insistente Casanova di ritorno dall'esilio, all'inizio della sua decadenza.

Questo l'antefatto che nel romanzo di Sasportes fa scaturire la parabola di vendetta di Marcolina, personalità il cui fascino sintetizza una bellezza seducente a una spiccata intelligenza razionale e matematica, non per questo immune da istinti passionali. Una sfida enorme, tanto più che a lanciarla è una donna disposta a perdere vita e dignità pur di restituire, con le stesse armi, il torto subito.

La coinvolgente teatralità dell'opera di Sasportes, risalta così nell'accurato piano di vendetta ricamato da Marcolina: mascherarsi da uomo per poter sfidare a duello l'astuto dragueur e baro al gioco veneziano. Con abnegazione assoluta e attraverso l'aiuto “condizionato” delle persone a lui più care, la nostra eroina dovrà affrontare numerose prove e rischiose avversità per riuscire nel suo intento. Superare la sua femminilità per inventarsi uomo e poter infine incontrare l'acerrimo nemico.

Buon ascolto e buona lettura!

 

José Sasportes ha pubblicato in Italia nel 2011 il romanzo Giorni Contati e ha curato i volumi Storia della danza italiana dalle origine ai giorni nostri e La danza italiana in Europa nel Settecento. Lo stesso anno è uscito in Portogallo il suo terzo romanzo Os Novos Espectros. Scrittore e direttore della rivista di saggi “La danza italiana”. Già Ministro della Cultura del Portogallo. Ha ricoperto le cariche di Presidente della Commissione Nazionale Portoghese per l'Unesco, direttore del dipartimento Acarte (arti dello spettacolo contemporaneo) alla Fondazione Calouste Gulbenkian di Lisbona, di direttore della Scuola di Danza del Conservatorio di Lisbona, e della Scuola per la Formazione di Professori di Educazione Artistica di Lisbona. Nel 2005, è stato scelto come Presidente della I Conferenza Mondiale di Educazione Artistica promossa dall'Unesco.

 






Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
30/10/2012 - Il libro: Venezia e l'Acqua
09/10/2012 - Il libro: Di là del muro. Il campo di
concentramento di Treviso (1942-43)

02/10/2012 - Il libro: Il dolce della vita
25/09/2012 - Il libro: Accetta la e-sfida
18/09/2012 - Il libro: Donne da viaggio
26/06/2012 - Il libro: Paris Kebab
19/06/2012 - Il libro: Il Ponte della memoria
14/06/2012 - Il libro: Il Signore dei Colori
05/06/2012 - Il libro: Irene e la conchiglia
29/05/2012 - Il libro: Veneto e Nuvole
22/05/2012 - Il libro: Anime slegate
15/05/2012 - Il libro: Percio' veniamo bene nelle fotografie
08/05/2012 - Il libro: Donna, alla ricerca dell'origine
02/05/2012 - Il libro: Sweet Salgari
24/04/2012 - Il libro: Cìngali, maràja e servitori