Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, a venderle un ambulante straniero, blitz del nucleo annonaria

SCARPE "SOSPETTE": SEQUESTRO AL MERCATO

Saranno analizzate 70 calzature di fabbricazione cinese


TREVISO - Settanta paia di scarpe da donna, vendute al mercato di Treviso ad un prezzo tra i 5 ed i 20 euro, sono state sequestrate dalla polizia locale dal nucleo annonaria dal banco di un ambulante straniero. Le calzature, di fabbricazione cinese, sarebbero non conformi alle norme poste del codice di consumo. In particolare mancavano indicazioni su identità ed estremi del fabbricante o del suo mandatario nella UE, importatore, marchio e denominazione commerciale registrata. “Le calzature sequestrate -sottolineano in una nota i vigili- verranno sottoposte a controllo fisico meccanico e chimico, e a prove sulle loro componenti. Nel caso il prodotto risultasse pericoloso per la salute del consumatore, il produttore o colui che ha importato la merce nell’U.E., sarà punito con l’arresto da sei mesi a un anno e ammenda da 10.000 a 50.000 euro. In caso contrario, l’omessa indicazione del produttore e delle altre informazioni obbligatorie, comporterà per il produttore o importatore, una volta individuato, una sanzione amministrativa, compresa fra i 1500 euro e 30.000 euro”.