Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Colle Umberto, attività sospesa e multa salatissima per il titolare

UN IGLOO FATTO DI VESTITI PER NASCONDERSI DURANTE IL CONTROLLO

Blitz dei carabinieri in un laboratorio tessile: dieci operai in nero


COLLE UMBERTO - Quando i carabinieri hanno bussato alla porta dell'azienda sette degli operai presenti al lavoro si sono nascosti in una specie di igloo formato da vestiti ammassati tra loro: pensavano che questo li avrebbe salvati dal controllo ma così non è stato. Il singolare episodio è avvenuto qualche giorno fa a Colle Umberto, all'interno del laboratorio tessile cinese “Zhang Ren Qui” di via dell'Artigianato, 8. La ditta produce pantaloni in stoffa e già due anni fa era finita nei guai. Il titolare, un 36enne cinese, sarà costretto a pagare una multa salatissima ed è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: in tutto erano dieci su dodici gli operai in nero e tra questi anche una 41enne irregolare. Tra questi sette uomini che hanno appunto cercato, piuttosto maldestramente, di nascondersi durante il controllo svolto dai carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro e del la direzione territoriale del lavoro. Nella rete dei controlli sono finite anche altre due ditte, le cui attività sono state entrambe sospese: si tratta di una piccola azienda cinese con sede ad Altivole, impegnata nella produzione di abbigliamento ed un laboratorio, gestito invece da italiani, a Cornuda. Qui venivano prodotti componenti per scarponi da sci ed in particolare ganci.

Galleria fotograficaGalleria fotografica