Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Licenza D portata a 24 anni: rischio carenza di autisti di autobus

SEMPRE PIÙ TREVIGIANI ALLA GUIDA CON POCHISSIMI PUNTI SULLA PATENTE

Colpa della crisi: non si frequentano i corsi di recupero per risparmiare


TREVISO - Sono sempre più i trevigiani che continuano a guidare nonostante rimangano loro pochissimi punti sulla patente. La legge consente di effettuare dei corsi per recuperare punti (sei o nove), ma la partecipazione a queste iniziative è in calo. Colpa della crisi: per risparmiare, molti decidono di non iscriversi benchè abbiamo ormai quasi dilapidato il loro patrimonio di punti. Il rischio che corrono è che una successiva infrazione comporti l'azzeramento di tutto il "bonus", costringendoli a sostenere nuovamente l'esame di teoria e di guida. L'allarme arriva da Franco Basso, titolare l'autoscuola Omnia di Treviso e referente per il Veneto della principale associazione di categoria, la Confarca. Altra preoccupazione degli operatori di settore è dovuta alla riforma della classificazione delle patenti, che entrerà in vigore il prossimo 19 gennaio. L'età per conseguire la patente D, quella per gli autobus, ad esempio, verrà innalzata da 21 a 24 anni: ciò rischia di creare un buco generazionale e di creare difficoltà alle aziende del trasporto pubblico locale per sostituire i pensionati. Ma soprattutto, difficilmente un giovane può attendere fino a quell'età prima di intraprendere la professione di autista.