Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La figura del barattiere nel nuovo libro dello storico Gherardi Ortalli

IL GIOCO D’AZZARDO FRA ECONOMIA ED ETICA

La presentazione giovedi 22 novembre, ore 17.30, a Palazzo Bomben


TREVISO - Sulla scia delle ricerche sulla ludicità da tempo promosse dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, che hanno trovato nella rivista «Ludica» un punto di riferimento a livello internazionale, si può collocare "Barattieri. Il gioco d’azzardo fra economia ed etica. Secoli XIII-XV", volume di Gherardo Ortalli dedicato a un tema di permanente attualità per il suo indubbio rilievo sociale.

Con un’innovativa ricerca viene ricostruita la nascita, largamente sconosciuta, del gioco d’azzardo nei suoi aspetti in parte tuttora correnti. La sua tormentata istituzionalizzazione nel tardo Medioevo, portata anche a rendita attraverso tasse e tributi, maturò in parallelo al risvegliarsi sociale ed economico di quei secoli, superando le interdizioni giuridiche e morali. Emerge allora una categoria di marginali, riconoscibili perché usi a giocare tutto, «fino alla camicia»: i barattieri, esclusi ma al tempo stesso funzionali rispetto all’ordine corrente. Partendo da indizi di carattere assai diverso, l’autore descrive questo mondo al confine fra legalità e illegalità, fra violenza e disperazione, tracciandone la parabola fino a quando, nel Quattrocento, l’azzardo trova altre vie: dal gioco delle carte alle lotterie. L’attenta ricostruzione di condizioni, ambienti e personaggi tipici di una fase storica di grande rilievo, accompagna il lettore in percorsi ancora assai poco battuti dalla storiografia corrente.

Ne parleranno, con Gherardo Ortalli (docente di Storia medievale nell’Università Ca’ Foscari di Venezia), Antonella Stelitano (esperta di sport e relazioni internazionali) e Dario De Toffoli (esperto di giochi, titolare di Studiogiochi).