Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Castelfranco, droga smerciata da un'intera famiglia, netturbino coinvolto

ACQUISTA E SPACCIA COCAINA, NEI GUAI PROF DI EDUCAZIONE FISICA

Insegnante 36enne è tre le dieci persone denunciate dai carabinieri


CASTELFRANCO - C'è anche un insegnante di una scuola superiore della Castellana, un 36enne di Vedelago, tra le dieci persone denunciata dai carabinieri di Castelfranco nell'ambito di un'indagine che ha sgominato un'organizzazione, a conduzione famigliare, dedita allo smercio di cocaina. A finire nei guai un giostraio di 43 anni ma anche la moglie 38enne, le due figlie di 19 e 21 anni, ed il genero: tutti avevano una sola occupazione cioè spacciare. Oltre a loro sono stati denunciati anche l'insegnante che acquistava e poi rivendeva la cocaina ed un operatore ecologico, tra le figure chiave della banda. Secondo quanto è stato accertato dagli investigatori le dosi venivano vendute ad un costo che oscillava tra i 70 e 90 euro; il 43enne, ricoverato alcuni mesi fa in ospedale, smerciava le dosi anche all'interno del nosocomio, ricevendo i clienti durante il normale orario di visita dei pazienti. Normalmente le cessioni, di cocaina ma anche hashish, avvenivano all'interno dell'abitazione in cui la famiglia viveva, in borgo Padova. Sono stati identificati dai carabinieri anche i due fornitori di polvere bianca: si tratta di due noti pusher padovani, un marocchino 32enne di Galliera Veneta ed un 30enne albanese di Piombino Dese. Le parole del comandante dei carabinieri di Castelfranco, Salvatore Gibilisco.

Galleria fotograficaGalleria fotografica