Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il riconoscimento del Premio Architettura di Oderzo va a un progetto altoatesino

NUOVI SCENARI ARCHITETTONICI IN UN PASSATO RICCO DI SUGGESTIONI

La cerimonia sabato 24 novembre, ore 10, a Palazzo Foscolo


ODERZO - Luogo di promozione e di ricerca sulle trasformazioni territoriali in un contesto complesso, come quello Triveneto, il Premio Architettura Città di Oderzo torna anche quest'anno a confrontarsi con i valori architettonici e paesaggistici di un passato ricco di segni e suggestioni e la necessità di progettare nuovi scenari.

Si terrà nella mattinata di sabato 24 novembre a Palazzo Foscolo la cerimonia di premiazione del concorso che giunge quest'anno alla 13^ edizione e che ha individuato come migliore progetto “Tre ponti. Rivalutazione e musealizzazione del ponte storico in pietra” del Willeit architektur, Sulzenbacher & partner che sarà in mostra fino al 27 gennaio 2013 assieme agli altri progetti selezionati e vincitori. Un nuovo ponte, nella Val Pulsteria, che consente di cogliere unitariamente razionalizzazione e stratificazione del processo di infrastrutturazione territoriale mantenendo in vita il significato delle diverse fasi del processo ed evitando scarti e abbandoni.

Un'occasione per riflettere sul tema del riuso delle città e degli spazi urbani, sulla questione del vivere metropolitano e sul ruolo che deve assumere la pubblica amministrazione.

Una particolare attenzione è rivolta quindi anche alle nuove generazioni e alla formazione: nel pomeriggio di sabato 24, alle ore 15, inaugura nella sala sotto il campanile nel Campiello del Duomo e la mostra “Sensi di viaggio, nell’antico regno del Dahomey” un racconto di un viaggio studio in Benin nato in partenariato tra l'Università IUAV di Venezia e l’Associazione Atout African arch.it e, per i più piccoli, è stato organizzato un laboratorio didattico dal titolo “I bambini progettano la città”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica