Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vedelago, per rendere credibile il furto ha rotto vetro e blocchetto d'accensione

DANNI ALL'AUTO DEI GENITORI, SIMULA UN FURTO MA VIENE SCOPERTO

Un 19enne denunciato dai carabinieri: aveva paura di essere sgridato


VEDELAGO - Senza che i genitori lo sapessero ha preso la loro auto per uscire con gli amici. Sperava di non essere scoperto ma il destino ha giocato davvero un brutto scherzo ad un 19enne di Vedelago. Il giovane, rincasando, ha danneggiato il mezzo: centrando ad alta velocità una buca ha rotto il braccetto del semiasse. Per evitare di essere rimproverato ha pensato bene di denunciare il furto della vettura ai carabinieri: prima però ha provocato altri danni all'auto per rendere il suo racconto più credibile. Il giovane ha mandato in mille pezzi un finestrino e rotto il blocchetto di accensione della vettura; poi è rincasato ed ha dato l'allarme al 112. I militari hanno rinvenuto il mezzo incidentato poco distante: nel racconto del giovane qualcosa fin da subito non quadrava. Messo alle strette infatti il 19enne ha ammesso la verità, dicendo di aver dato vita a quella messa in scena per evitare di essere sgridato dalla madre. Il giovane è stato denunciato per simulazione di reato.