Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, dall'università nomi comunque non eleggibili

SCONTRO FONDAZIONE-CA' FOSCARI "DA VENEZIA NOMINE IN RITARDO"

De Poli: "Minacciano di chiudere? Ci sono altre università pronte"


TREVISO - "Sconcertato" per accuse "assolutamente immotivate". Dino De Poli, presidente di Fondazione Cassamarca, non ha preso bene le criitiche del rettore dell'università Ca' Foscari di Venezia sulle nomine per il consiglio di indirizzo e programmazione della Fondazione trevigiana: all'ateneo lagunare spetta indicare un componente, ma la scelta finale è caduta su un nome (Ferruccio Bresolin) non tra la terna indicata dall'università. "Alle volte anche i rettori non si reggono", chiosa De Poli. Il presidente ha convocato un'apposita conferenza stampa per replicare a dichiarazioni giunte da Venezia, di cui si dice del tutto sorpreso. Primo, perchè Fondazione ha agito secondo le norme. Secondo, perchè Venezia era informata. Le argomentazioni di Fondazione si basano soprattutto su un punto: le indicazioni di Ca' Foscari sono arrivate in ritardo. I vari enti rappresentati in consiglio, spiegano De Poli e i suoi collaboratori, hanno trenta giorni di tempo per comunicare i propri candidati prima della scadenza dell'organismo: la comunicazione all'università è stata inviata il 17 ottobre. La risposta è giunta il 22 novembre, quattro giorni dopo il limite, nonostante sia il presidente sia gli uffici avessero telefonato per avvertire dell'approssimarsi del termine. A quel punto, per legge, i nomi erano irricevibili. La Fondazione, allora, ha provveduto a nominare direttamente un consigliere. Fossero giunti anche in tempo, comunque, due di essi il rettore Carraro e il segretario generale, in quanto dipendenti dell'università stessa erano ineleggibili.