Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Leoni conquistano cinque punti e in classifica balzano a quota 19

DOMINIO DEL BENETTON A MONIGO: SCHIANTATI I DRAGONS PER 32-13

Il XV di Smith, partito in svantaggio, non ha mai subito gli avversari


TREVISO - Ritorno alla vittoria in grande stile per il Benetton Treviso, che batte i Dragons, completa il trittico gallese, conquista il punto di bonus con belle giocate e mantiene a distanza il team di Newport. Il Benetton parte male e dopo 2' subisce per un affossamento il primo calcio di punizione, realizzato dal miglior marcatore del torneo Prydie. La reazione "orange", visti i colori di Treviso in queste partite, è comunque immediata, con Christian Loamanu e Brendan Williams che in un paio di occasioni si rendono pericolosi. Al 10', però, i Leoni rubano una palla ai Dragons ed impostano l'attacco con Ludovico Nitoglia ed un autentico gioco di prestigio di Alberto Sgarbi. L'arbitro Wilkinson vede un fallo della difesa, Edoardo Gori batte velocemente e si tuffa in meta. Alberto Di Bernardo trasforma e due minuti dopo realizza anche un calcio dalla distanza, replicato a sua volta da Prydie al 15', per un parziale di 10-6. Il XV della Marca continua ad insistere, ma anche ad avanzare con la difesa. Proprio da una situazione del genere, arriva la seconda meta italiana. Alberto Di Bernardo stoppa un calcio di spostamento a Dan Evans, recupera palla e innesca Corniel Van Zyl. Il seconda linea non è velocissimo, ma riesce comunque a fare qualche metro, prima di servire Christian Loamanu, libero di correre fino all'angolo e segnare la prima meta a Treviso. Antonio Pavanello e compagni vogliono il bottino pieno già nel primo tempo e vanno ancora vicini alla marcatura pesante con Simone Favaro, con l'arbitro che chiede l'intervento del Tmo, che non vede tuttavia l'evidenza della meta. Splendida, comunque, l'azione all'ultimo minuto, con tutti i trequarti che toccano palla e Luke McLean che finalizza alla bandierina per il 20-6 con cui si conclude la prima frazione di gioco.

La ripresa si apre nel migliore dei modi per la formazione di Franco Smith che subito trova la meta del bonus, con Christian Loamanu che rompe un paio di placcaggi e si allunga. I Dragons accorciano le distanze al 12' con una bella azione al largo che aumenta i punti personali di Prydie, bravo anche a trasformare per il 27-13. Al 20' il Benetton sembra realizzare nuovamente la meta con Tobie Botes, ma l'arbitro Wilkinson non è dello stesso avviso. Nel frattempo, viene espulso per il secondo cartellino giallo Will Harries. Nel finale, c'è comunque gloria per lo stesso Botes, che inventa un'azione personale, salta Chavhanga e resiste all'ultimo tentativo di "francesina" per il 32-13 e la quinta meta trevigiana.



MARCATORI: pt 2' Prydie p.; 10' Gori meta tr. Di Bernardo; 12' Di Bernardo p.; 15' Prydie p.; 25' Loamanu meta; 40' McLean meta; st 3' Loamanu meta tr. Di Bernardo; 12' Prydie meta tr. Prydie; 32' Botes meta.

BENETTON TREVISO: Williams (st 15' Morisi); McLean, Loamanu, Sgarbi, Nitoglia (st 7' Botes); Di Bernardo, Gori; Vosawai (st 15' Derbyshire), Zanni, Favaro (st 29' Bernabò); Van Zyl, Pavanello (st 7' Minto); Cittadini (st 7' Fernandez-Rouyet), Ghiraldini (st 7' Ceccato), De Marchi (st 7' Rizzo). All. F. Smith.

NEWPORT GWENT DRAGONS: Prydie; Harries, Leach, A. Smith, Chavhanga; D. Evans, J. Evans (st 24' W. Evans); Brown (st 20' I. Jones), Cudd, L. Evans; Sidoli, A. Jones (st 11' Nimmo); Way (st 13' Buck), Gustafson (st 15' S. Jones, st 16' Gustafson), Price (st 15' O. Evans). A disp.: Robling, Dixon. All. Edwards.

ARBITRO: Wilkinson della Federazione Irlandese.

NOTE: pt 20-6; cartellino giallo e poi rosso a: Harries (pt 34' e st 21'); spettatori: 3600 circa; RaboDirect Man of the Match: Christian Loamanu (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso 3/7 (Di Bernardo 3/7), Newport Gwent Dragons 3/3 (Prydie 3/3); punti in classifica: Benetton Treviso 5, Newport Gwent Dragons 0.