Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Leoni conquistano cinque punti e in classifica balzano a quota 19

DOMINIO DEL BENETTON A MONIGO: SCHIANTATI I DRAGONS PER 32-13

Il XV di Smith, partito in svantaggio, non ha mai subito gli avversari


TREVISO - Ritorno alla vittoria in grande stile per il Benetton Treviso, che batte i Dragons, completa il trittico gallese, conquista il punto di bonus con belle giocate e mantiene a distanza il team di Newport. Il Benetton parte male e dopo 2' subisce per un affossamento il primo calcio di punizione, realizzato dal miglior marcatore del torneo Prydie. La reazione "orange", visti i colori di Treviso in queste partite, è comunque immediata, con Christian Loamanu e Brendan Williams che in un paio di occasioni si rendono pericolosi. Al 10', però, i Leoni rubano una palla ai Dragons ed impostano l'attacco con Ludovico Nitoglia ed un autentico gioco di prestigio di Alberto Sgarbi. L'arbitro Wilkinson vede un fallo della difesa, Edoardo Gori batte velocemente e si tuffa in meta. Alberto Di Bernardo trasforma e due minuti dopo realizza anche un calcio dalla distanza, replicato a sua volta da Prydie al 15', per un parziale di 10-6. Il XV della Marca continua ad insistere, ma anche ad avanzare con la difesa. Proprio da una situazione del genere, arriva la seconda meta italiana. Alberto Di Bernardo stoppa un calcio di spostamento a Dan Evans, recupera palla e innesca Corniel Van Zyl. Il seconda linea non è velocissimo, ma riesce comunque a fare qualche metro, prima di servire Christian Loamanu, libero di correre fino all'angolo e segnare la prima meta a Treviso. Antonio Pavanello e compagni vogliono il bottino pieno già nel primo tempo e vanno ancora vicini alla marcatura pesante con Simone Favaro, con l'arbitro che chiede l'intervento del Tmo, che non vede tuttavia l'evidenza della meta. Splendida, comunque, l'azione all'ultimo minuto, con tutti i trequarti che toccano palla e Luke McLean che finalizza alla bandierina per il 20-6 con cui si conclude la prima frazione di gioco.

La ripresa si apre nel migliore dei modi per la formazione di Franco Smith che subito trova la meta del bonus, con Christian Loamanu che rompe un paio di placcaggi e si allunga. I Dragons accorciano le distanze al 12' con una bella azione al largo che aumenta i punti personali di Prydie, bravo anche a trasformare per il 27-13. Al 20' il Benetton sembra realizzare nuovamente la meta con Tobie Botes, ma l'arbitro Wilkinson non è dello stesso avviso. Nel frattempo, viene espulso per il secondo cartellino giallo Will Harries. Nel finale, c'è comunque gloria per lo stesso Botes, che inventa un'azione personale, salta Chavhanga e resiste all'ultimo tentativo di "francesina" per il 32-13 e la quinta meta trevigiana.



MARCATORI: pt 2' Prydie p.; 10' Gori meta tr. Di Bernardo; 12' Di Bernardo p.; 15' Prydie p.; 25' Loamanu meta; 40' McLean meta; st 3' Loamanu meta tr. Di Bernardo; 12' Prydie meta tr. Prydie; 32' Botes meta.

BENETTON TREVISO: Williams (st 15' Morisi); McLean, Loamanu, Sgarbi, Nitoglia (st 7' Botes); Di Bernardo, Gori; Vosawai (st 15' Derbyshire), Zanni, Favaro (st 29' Bernabò); Van Zyl, Pavanello (st 7' Minto); Cittadini (st 7' Fernandez-Rouyet), Ghiraldini (st 7' Ceccato), De Marchi (st 7' Rizzo). All. F. Smith.

NEWPORT GWENT DRAGONS: Prydie; Harries, Leach, A. Smith, Chavhanga; D. Evans, J. Evans (st 24' W. Evans); Brown (st 20' I. Jones), Cudd, L. Evans; Sidoli, A. Jones (st 11' Nimmo); Way (st 13' Buck), Gustafson (st 15' S. Jones, st 16' Gustafson), Price (st 15' O. Evans). A disp.: Robling, Dixon. All. Edwards.

ARBITRO: Wilkinson della Federazione Irlandese.

NOTE: pt 20-6; cartellino giallo e poi rosso a: Harries (pt 34' e st 21'); spettatori: 3600 circa; RaboDirect Man of the Match: Christian Loamanu (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso 3/7 (Di Bernardo 3/7), Newport Gwent Dragons 3/3 (Prydie 3/3); punti in classifica: Benetton Treviso 5, Newport Gwent Dragons 0.