Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato per omicidio colposo il 31enne padovano Daniele Lazzaretto

DODICI MESI DI RECLUSIONE PER LA MORTE DI MATTEO MORETTO

L'incidente lungo via Castellana a Resana il 21 aprile 2010


CASTELFRANCO VENETO – (gp) A poco più di due anni e mezzo dall'incidente stradale che ha strappato alla vita il 32enne di Castelfranco Veneto Matteo Moretto, si è concluso con una sentenza di condanna a un anno di reclusione il processo a carico del 31enne padovano Daniele Lazzaretto, chiamato a rispondere del reato di omicidio colposo. Era il 21 aprile del 2010 quando il giovane, alla guida della sua Mercedes, nell'effettuare una svolta a sinistra lungo via Castellana a Resana per entrare nel parcheggio del panificio Quaggiotto avrebbe tagliato la strada, stando a quanto sostiene la Procura, allo scooter di Moretto. La vittima, che lavorava alla Graficart srl di Resana di cui il padre era uno dei due titolari, non riuscì a evitare l'impatto e andò a schiantarsi contro la fiancata dell'auto. Un urto violentissimo che fece sbalzare il motociclista a diversi metri di distanza facendolo ricadere pesantemente sull'asfalto. L'allarme venne subito lanciato vista la gravità della situazione ma i soccorsi, seppur intervenuti tempestivamente, risultarono inutili. Sul posto oltre a un'ambulanza dell'ospedale di Castelfranco Veneto si precipitò l'elicottero del Suem 118 di Treviso ma all'arrivo dei sanitari per il 32enne non c'era già più nulla da fare. La morte di Matteo Moretto, che oltre alla compagna aveva lasciato due figlie piccole, fu l'ennesima di una lunga striscia di sangue che falcidiò la Marca: in nemmeno 4 mesi (dall'inizio del 2010) Matteo era stato il ventiquattresimo decesso per incidente stradale.