Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, tra le cause possibili, il calo del lavoro e la fine di una storia sentimentale

"HO TROVATO LA MIA LIBERTÀ" SI IMPICCA NEL SUO BAR A S. VITO

Suicida Manuele Barbisan, 38enne titolare del Caffè "La Corte"


TREVISO - Si è impiccato all'interno del suo bar, in pieno centro a Treviso. Si è tolto così la vita, a 37 anni, Manuele Barbisan, titolare, insieme ad un socio, del Caffè La Corte, noto locale di piazza San Vito. Il giovane imprenditore, dopo aver inviato un sms ad una dipendente, avrebbe lasciato anche un biglietto: "Dopo otto anni ho trovato la mia libertà. Viva l'Italia". A scoprire il cadavere, tra il bagno e il retrobottega, nel primo pomeriggio, il collaboratore Mario Contin, venuto ad aprire il bar. Barbisan, che in precedenza aveva lavorato come camionista, non era sposato e non aveva figli, lascia la madre, un fratello, Mauro, e una sorella: secondo gli amici, negli ultimi tempi era deluso per il calo degli affari e si lamentava per la monotonia della routine. Sulla sua psicologia può aver influito anche la recente fine di una relazione sentimentale, ma chi lo conosce bene racconta che era rimasto molto scosso soprattutto dalla morte dell'ex giocatore di rugby Piero Dotto, a cui era molto legato. Alla notizia la piazza si è presto riempita di familiari, amici ed altri esercenti della zona, sconvolti dall'accaduto, tanto che la polizia, intervenuta sul posto per i rilievi, ha transennato l'area. Lascia il padre Danilo, la madre Carlotta ed i fratelli Mauro, Sonia e Diana.

Galleria fotograficaGalleria fotografica