Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda di Altivole costruirā l'impianto per la Keroche Brewery di Nairobi

COLPO DELLA VELO ENGINEERING: IL BIRRIFICIO PIU' GRANDE D'AFRICA

Una produzione d un milione di litri l'anno pari a 300 milioni di bottiglie


ALTIVOLE – (gp) Il più grande birrificio artigianale africano sarà completamente “made in Altivole”. La Velo Engineering ha infatti acquisito l’ordine per un impianto in Kenia da 300 milioni di bottiglie all’anno. Dopo molti mesi di studio, progettazione, revisione e trattativa, l'azienda ha formalizzato la fornitura per uno stabilimento keniano, il Keroche Brewery, già cliente da diverso tempo della Velo Engineering che è stata capace di battere la concorrenza della più blasonate multinazionali a livello mondiale. Una decisione frutto del successo ottenuto dal birrificio negli ultimi anni che ha portato i titolari, keniani di nascita, a progettare questo nuovo investimento che li porterà ai massimi livelli di produzione di tutto il continente africano. L'impianto, chiavi in mano, verrà realizzato nello stabilimento di Altivole della Velo Engineering, che continua nono solo a rilanciare la propria immagine dopo i guai giudiziari degli ex vertici della Velo Spa, ma anche a incrementare il business della società sotto la guida del nuovo presidente e ad Simone Dalle Nogare e del nuovo direttore generale Adrian Grando. I numeri del birrificio targato Keroche Brewery sono infatti impressionanti: un milione di litri prodotti ogni anno pari a 300 milioni di bottiglie, silos del malto con capacità totale pari a 5000 tonnellate, serbatoi dell’acqua per contenere 500.000 litri e fermentatori per 6.120.000 litri di birra. L’impianto registrerà inoltre la presenza di soluzioni innovative al top del mercato sia per quanto riguarda la filtrazione sia per il recupero dell’anidride carbonica, il tutto su progetto e realizzazione Velo. Alla posa della prima pietra, avvenuta poco più di due settimane fa a Nairobi, erano presenti anche i vertici di Velo Engineering invitati dal Capo del Governo keniano Mwai Kibaki. Inaugurazione alla quale hanno partecipato diversi membri governo locale, l’ambasciatore italiano a Nairobi Paola Imperiale e molti soggetti delle istituzioni e dell’imprenditoria del continente africano.