Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al momento dell'impatto il 57enne bellunese aveva già perso conoscenza

NESSUN GUASTO O ERRORE UMANO: BRUNO DE DEA UCCISO DA MALORE

Il pm Francesca Torri intanto ha firmato il nulla osta per la sepoltura


CISON DI VALMARINO – (gp) Al momento dell'impatto Bruno De Dea non era già più cosciente. Per i risultati dettagliati serviranno ancora diverse settimane, ma l'autopsia eseguita dall'anatomopatologo trevigiano Alberto Furlanetto non lascia già ora spazio a dubbi: il 57enne bellunese è stato colpito da un malore fatale. Nessun errore umano dunque, e nessun guasto tecnico. Soltanto un destino crudele che ha voluto strappare alla vita un uomo in salute con la passione per il volo. Una magra, magrissima consolazione per la famiglia di Bruno De Dea, trovato cadavere in seguito allo schianto del suo Piper sul monte Torresel, nel comune di Cison di Valmarino venerdì mattina. Nel dramma una cosa però sembra alleviare il dolore di chi lo conosceva e lo stimava: prima di morire, facendo quello che amava, l'ultima immagine mentre si trovava ai comandi del suo aereo dev'essere stata quella del cielo azzurro sopra il passo San Boldo. Il primo sommario esito della perizia medico legale mette inoltre la parola fine alle indagini coordinate dal sostituto procuratore Francesca Torri, che ha firmato il nulla osta per la sepoltura del pilota. Gli accertamenti tecnici sul velivolo, posto sotto sequestro, risulterebbero del tutto superflui nonché inutili.