Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Addis Abeba, l'udienza decisiva si è celebrata nella giornata di oggi

SCAGIONATO VIEZZER, ORA È LIBERO

Il 56enne era stato accusato dell'omicidio del figlio Alessandro


ADDIS ABEBA - Vittorino Viezzer, l'imprenditore 56enne di Oderzo accusato del delitto del figlio 29enne Alessandro, freddato a colpi di pistola in Etiopia lo scorso 14 marzo, è stato scagionato e liberato dalle autorità etiopi. L'uomo dallo scorso 14 settembre si trovava nel carcere di Arba Minch, a 500 km a sud dalla capitale. L'udienza che ha portato alla scarcerazione di Viezzer si è svolta nella giornata di oggi. Ad accusare il 56enne erano stati cinque testimoni: ad avvalorare la loro tesi era stato il ritrovamento all'interno della farm Artemisia di Arba Minch, la fattoria in cui padre e figlio lavoravano insieme al socio Mauro Donadi, di armi da fuoco senza licenza. Proprio per l'accusa di detenzione Vittorino Viezzer è stato costretto a pagare una cauzione e non potrà lasciare il paese africano.