Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ammesso l'errore: "Disguido informatico di carattere del tutto eccezionale"

PENSIONE PIGNORATA, EQUITALIA SI SCUSA COL DOTTOR MAZZOLENI

L'ex primario intenta una causa civile per un risarcimento "simbolico"


TREVISO - (gp) Prima il pignoramento della pensione, poi la causa civile, tuttora in corso, per ottenere un risarcimento danni da parte di Equitalia, e infine le scuse dell'agenzia di riscossione dei tributi. Questo il riassunto della vicenda che vede come protagonista il dottor Giovanni Mazzoleni, ex primario nell'unità operativa di chirurgia maxillofacciale dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Il medico chirurgo, dopo aver reso nota la propria storia, ha ricevuto da Equitalia Nord le scuse ufficiali per quanto accaduto. In una nota infatti l'agenzia precisa che “il pignoramento nei confronti del dottor Mazzoleni è stato revocato nel giugno scorso, in seguito alla segnalazione dell'errore da parte del suo legale (l'avvocato Fabio Capraro, ndr). Si è trattato di un disguido informatico, di carattere del tutto eccezionale. Equitalia Nord, che ha avviato le procedure interne per verificare eventuali responsabilità, si scusa con il dottor Mazzoleni per il disagio arrecato”. Il caso ha inizio nel 2006. Equitalia inviò al medico una cartella esattoriale da 18 mila euro per un debito nei confronti dell'erario. Mazzoleni fece dei controlli e scoprì che si trattava di un errore. Fece quindi ricorso alla commissione tributaria di Treviso che gli diede ragione, come fece in secondo grado anche quella regionale che rigettò il ricorso di Equitalia Nomos spa. Sembrava tutto a posto dunque, ma Equitalia diede corso a un'azione esecutiva per il recupero coatto della somma attraverso un pignoramento presso terzi, ovvero l'Inps.