Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ammesso l'errore: "Disguido informatico di carattere del tutto eccezionale"

PENSIONE PIGNORATA, EQUITALIA SI SCUSA COL DOTTOR MAZZOLENI

L'ex primario intenta una causa civile per un risarcimento "simbolico"


TREVISO - (gp) Prima il pignoramento della pensione, poi la causa civile, tuttora in corso, per ottenere un risarcimento danni da parte di Equitalia, e infine le scuse dell'agenzia di riscossione dei tributi. Questo il riassunto della vicenda che vede come protagonista il dottor Giovanni Mazzoleni, ex primario nell'unità operativa di chirurgia maxillofacciale dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Il medico chirurgo, dopo aver reso nota la propria storia, ha ricevuto da Equitalia Nord le scuse ufficiali per quanto accaduto. In una nota infatti l'agenzia precisa che “il pignoramento nei confronti del dottor Mazzoleni è stato revocato nel giugno scorso, in seguito alla segnalazione dell'errore da parte del suo legale (l'avvocato Fabio Capraro, ndr). Si è trattato di un disguido informatico, di carattere del tutto eccezionale. Equitalia Nord, che ha avviato le procedure interne per verificare eventuali responsabilità, si scusa con il dottor Mazzoleni per il disagio arrecato”. Il caso ha inizio nel 2006. Equitalia inviò al medico una cartella esattoriale da 18 mila euro per un debito nei confronti dell'erario. Mazzoleni fece dei controlli e scoprì che si trattava di un errore. Fece quindi ricorso alla commissione tributaria di Treviso che gli diede ragione, come fece in secondo grado anche quella regionale che rigettò il ricorso di Equitalia Nomos spa. Sembrava tutto a posto dunque, ma Equitalia diede corso a un'azione esecutiva per il recupero coatto della somma attraverso un pignoramento presso terzi, ovvero l'Inps.