Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, altro avvistamento stamani in via Palestro: multati due romeni

BABBI NATALE A CACCIA DI OFFERTE: ERANO FINTI STUDENTI

Fermati e allontanati ieri sera dalla polizia locale due 30enni di Rovigo


TREVISO - Vestiti da Babbo Natale, con la chitarra a tracolla per intonare canzoni natalizie, chiedevano offerte porta a porta ai residenti di via Lancieri di Novara. Gli oboli, servivano, secondo loro, per pagare le spese universitarie. Sono stati fermati e controllati dalla polizia locale due 30enni di Rovigo. L'episodio è avvenuto giovedì, verso le 18.30: a chiamare i vigili è stato un residente. I due, travestiti da Babbo Natale hanno dichiarato agli agenti di essere studenti fuori corso. Le offerte raccolte porta a porta, a loro dire, dovevano servire per pagarsi gli studi. Le verifiche effettuate presso i terminali della Questura, hanno dato esito negativo. Gli agenti dopo averli identificati e li ha diffidati ad allontanarsi e a non proseguire l’attività. Nella giornata di oggi, in via Palestro, altri due finti Babbi Natale sono stati fermati sempre dalla polizia locale mentre chiedevano offerte ai passanti, esibendosi in canzoni natalizie con una fisarmonica. Per loro è scattata una multa di 150 euro.