Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tutti negativi a Ponte di Piave, dove si erano verificate altre infezioni

ALTRI DUE CASI DI TBC A S. BIAGIO CONTAGIATI PAP└ E FIGLIA 13ENNE

Sottoposti al test i 22 compagni di classe della ragazzina


S. BIAGIO DI CALLALTA - Altri due casi di Tubercolosi nella Marca. Dopo le infezioni riscontrate a Ponte di Piave nei giorni scorsi, sono risultati positivi al virus un uomo di nazionalità romena e la figlia 13enne, residenti a San Biagio di Callalta. Per precauzione, il Servizio Igiene e Prevenzione dell'Ulss 9 questa mattina ha immediatamente sottoposto allo specifico test, denominato Madoux, anche i 22 compagni di classe della ragazzina, studentessa alle medie. I risultati dell'esame verranno comunicati ufficialmente all'inzio della settimana prossima. Il dottor Giovanni Gallo, direttore del Dipartimento di Prevenzione dell'azienda sanitaria, in un incontro nel pomeriggio con i genitori degli allievi e il sindaco di S. Biagio Francesca Pinese, ha rassicurato sulle bassissime probabilità di contagio tra ragazzi di quest'età. Il caso in questione, peraltro, non avrebbe alcun collegamento con quelli riscontrati a Ponte di Piave.

Riguardo a quest'ultima vicenda, non è stato rilevato alcuna ulteriore soggetto infettato, oltre ai quattro, una mamma e tre bambini, già noti. L'Ulss ha eseguito martedì l'esame tubercolitico su 49 allievi e membri del personale del locale Istituto comprensivo che potevano essere entrate in contatto con i bimbi contagiati. Esclusi due ragazzini vaccinati contro la tbc alla nascita e un uomo, già riscontrato positivo in passato, per i restanti 46 soggetti, 34 minori e 12 adulti, l'esame ha fornito un esito negativo. La prova verrà ripetuta tra otto settimane, il 12 febbraio. Secondo il Dipartimento di Prevenzione, dunque, non vi sono segni di una diffusione della malattia nella scuola.