Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Motta di Livenza, la vittima aveva riportato un forte trauma cranico

MARTELLATE AD UN CONNAZIONALE PER UN DEBITO: SEI INDIANI DENUNCIATI

La "spedizione punitiva" risale allo scorso 27 settembre


MOTTA DI LIVENZA - E' stato malmenato selvaggiamente con martellate sulla testa, calci e pugni per un debito di 500 euro. Sei cittadini indiani residenti nel pordenonese sono stati denunciati per lesioni aggravate in concorso dai carabinieri di Motta di Livenza per un'aggressione subita da un loro connazionale lo scorso 27 settembre a Meduna. La vittima se l'era cavata all'epoca con un forte trauma cranico ed una commozione cerebrale. Le indagini condotte dalla Stazione di Motta di Livenza hanno permesso di identificare gli autori dell’aggressione, rese particolarmente difficili dal fatto che non vi erano testimoni, che subito dopo l’accaduto gli autori dell’aggressione si erano repentinamente dileguati senza lasciare traccia e che la vittima, date le condizioni fisiche ed il timore di eventuali ritorsioni, inizialmente non aveva fornito alcuna indicazione in merito.