Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dopo Aziz Quazbour, interrogato dal gip Silvio Maras anche Abderrazak El Zairi

RIMANGONO DIETRO LE SBARRE GLI AGGRESSORI DI CARMELO MEROTTO

Entrambi confessano il furto ma negano di aver colpito l'anziano


FARRA DI SOLIGO – (gp) Rimarranno dietro le sbarre in attesa di giudizio i due aggressori di Carmelo Merotto, l'81enne di Farra di Soligo picchiato e derubato nella sua casa di via Posmon lo scorso 23 dicembre. Dopo la convalida dell'arresto e la conferma della custodia cautelare in carcere nei confronti del 25enne marocchino Aziz Qazbour, il gip Silvio Maras ha adottato lo stesso provvedimento anche nei confronti del complice, il 31enne Abderrazak El Zairi. In presenza del suo legale, l'avvocato Jenny Lo Presti, il secondo rapinatore ha ammesso di essere entrato nella casa dell'anziano e di aver compiuto il furto, ma come il suo complice ha negato di aver alzato le mani contro Merotto incolpando del gesto il connazionale. Stessa versione fornita qualche giorno fa proprio da Qazbour il quale, difeso dall'avvocato Andrea Franchin, aveva scaricato le colpe proprio su El Zairi. Di certo c'è che entrambi sono chiamati a rispondere dei reati di rapina e lesioni personali in concorso. Un'altra cosa certa è che Carmelo Merotto, che fortunatamente si sta riprendendo dallo choc dell'aggressione, se la caverà con una trentina di giorni di prognosi e verrà dimesso tra domenica e lunedì. I fatti, come detto, si sono verificati nella notte del 23 dicembre scorso. Ad avvertire i carabinieri era stata, nel cuore della notte, una vicina di casa che aveva sentito le urla e i lamenti di Merotto, gettato a terra e colpito al volto con dei calci. Ai due nordafricani potrebbero essere attribuite altre due rapine commesse nella zona sempre con la stessa tecnica.