Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Ci auguriamo che dalle elezioni esca una maggioranza stabile"

"LOTTIAMO PER SOPRAVVIVERE, MA SACRIFICI NON INUTILI"

Messaggio di speranza per il 2013 del presidente di Unindustria


TREVISO - Molte aziende trevigiane stanno ancora lottando per la sopravvivenza e quel che preoccupa di più è il clima di crisi che si respira. E' un quadro non certo entusiasmante quello tracciato, a fine anno, da Alessandro Vardanega, presidente di Unindustria Treviso. Ma il numero uno degli industriali della Marca non rinuncia ad una visione positiva: "I sacrifici di questi anni non saranno inutili", scrive in una lettera inviata nei giorni scorsi agli imprenditori associati. Due le condizioni chiave, secondo Vardanega, per favorire la ripresa, i cui segnali dovrebbero intravedersi dal prossimo autunno: la riduzione della tassazione, ormai giunta a livelli insopportabili e un esito delle prossime elezioni con una maggioranza stabile e un governo credibile.