Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, telecamere non utili per l'indagine, si attende l'esito dei rilievi scientifici

RAPINATA IN CASA, CACCIA AL "BASISTA"

Carabinieri passano al setaccio la rete di relazioni di Nicolita Cadel


TREVISO - Continuano in queste ore le indagini dei carabinieri di Treviso per dare un volto ai due giovani, un uomo ed una donna, che hanno aggredito, legato e rapinato di 30mila euro la 61enne Nicolita Cadel. L'episodio è avvenuto venerdì sera all'interno dell'abitazione della donna, poco distante dall'incrocio delle Stiore. Se le telecamere, a quanto pare, non hanno ripreso nulla di utile per identificare i malviventi, molto più interessanti saranno i rilievi scientifici che sono stati eseguiti. Il ragazzo e la ragazza, di circa 30 anni d'età, sono riusciti ad entrare in casa ottenendo fin da subito la fiducia dell'anziana, con l'inganno. La donna, richiusa in casa ed in balia dei due aguzzini, è stata minacciata ed immobilizzata con del nastro adesivo che la coppia aveva con sé. Nicolita Cadel, vicepresidente dell’istituto europeo per il recupero della tradizione originale, non conosceva i suoi aggressori ma loro di lei sapevano praticamente tutto: il piano era fin troppo ben studiato e questo fa pensare anche all'esistenza di una sorta di basista, qualcuno vicino alla 61enne che avrebbe indicato ai due il bersaglio da colpire. E' proprio nella rete di relazioni dell'anziana che i carabinieri stanno scavando in questi giorni per arrivare ai rapinatori.