Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Ad aprile la prima rata, imprese chiedono ai Comuni: non aumentare le aliquote

ARRIVA LA NUOVA TASSA SUI RIFIUTI RISCHIO DI UN'ALTRA STANGATA

Le stime della Cna: "Per bar e ristoranti, rincari fino al 50%"


TREVISO - Dopo la stangata dell’Imu, è in arrivo un nuovo balzello comunale su imprese e famiglie: la Tares. L'imposta, che si prevede frutterà alle casse dello Stato circa un miliardo di euro, andrà a sostituire la vecchia Tarsu e le tariffe rifiuti Tia e ingloberà anche i cosiddetti “servizi indivisibili” (illuminazione pubblica, manutenzione strade ecc.). Per il 2013 sono previste quattro rate, di cui la prima in scadenza ad aprile. Per alcune tipologia di utenze non domestiche, come bar e ristoranti attualmente in regime Tarsu, sono previsti rincari anche del 30-50%. Proprio la copertura dei costi indivisibili comporterà una quota base di 30 centesimi al metro quadro. Agli stessi Comuni rimarranno solo le somme derivanti dagli eventuali incrementi della tassa stabiliti in ambito locale, fino a 10 centesimi di euro al metro quadro. Il timore è che, vista la delicata situazione dei bilanci, molte amministrazioni, come già in parte avvenuto con l'Imu, siano portate ad innalzare le aliquote per recuperare risorse. Un ulteriore salasso, denuncia la Cna di Treviso, per imprese già in forte sofferenza: «Chiediamo ai sindaci che, prima di qualsiasi decisione riguardante la Tares, si confrontino con le rappresentanze dei cittadini e delle imprese, a differenza di quanto fatto per l'Imu – afferma Giuliano Rosolen, direttore della Cna provinciale di Treviso -. Le imprese e le famiglie sono alla canna del gas, gli amministratori valutino attentamente la situazione ed evitino rincari».
Nell'audio il servizio con gli interventi del direttore di CNA Treviso Giuliano Rosolen, il sindaco di Montebelluna Marzio Favero e il sindaco di Casier Daniela Marzullo.