Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sono chiamati a rispondere di turbata libertà d'incanto: in aula l'8 maggio

INCHIESTA "APPALTOPOLI": TUTTI RINVIATI A GIUDIZIO I 28 IMPUTATI

Caduta l'associazione per delinquere, contestata solo a nove di loro


TREVISO – (gp) Dopo aver disposto la trascrizione delle intercettazioni telefoniche che secondo l'accusa inchioderebbero gli imputati nel filone trevigiano dell'inchiesta su “Appaltopoli”, il gup Silvio Maras ha rinviato a giudizio tutte le 28 diverse persone accusate di turbata libertà d'incanto, facendo cadere l'accusa di associazione per delinquere che veniva contestata a nove di loro. Il caso scoppiato a Vicenza, e poi trasferitosi a Treviso, riguarda le indagini sui presunti accordi clandestini tra le aziende edili per condizionare le gare d'appalto è ancora distante dalla conclusione. Nel corso della scorsa udienza le eccezioni presentate dalle difese che chiedevano di escludere dal fascicolo alcune intercettazioni telefoniche erano state respinte tanto che il gup ne aveva disposto la trascrizione integrale. Per tutti gli imputati l'accusa e di turbata libertà d'incanto e, per nove di loro, si deve aggiungere anche quella di associazione per delinquere. Nel mirino della Procura ci sono opere pubbliche di varia natura: dalla strada di collegamento tra la frazione Villarazzo e il quartiere Valsugana a Castelfranco, all'asfaltatura delle strade comunali ad Asolo, dalla laminazione del bacino del torrente Muson a Treviso alla sistemazione di via Garibaldi a Roncade passando per il collegamento fognario tra San Biagio di Callalta e Biancade. Gli imputati dovranno presentarsi in aula il prossimo 8 maggio.