Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nell'interrogatorio di garanzia si è avvalso della facoltà di non rispondere

CAMERIERA MOLESTATA: L'80ENNE SCEGLIE DI RIMANERE IN SILENZIO

L'anziano è ai domiciliari per absui sessuale nei confronti di una 19enne


BORSO DEL GRAPPA – (gp) Si è avvalso della facoltà di non rispondere l'80enne di Borso del Grappa raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per violenza sessuale nei confronti di una ragazza di 19 anni di Romano d'Ezzelino, cameriera nel locale di Borso del Grappa gestito dal figlio dell'indagato. Difeso dall'avvocato Corrado Strazzabosco, l'anziano è comparso di fronte al gip Elena Rossi per l'interrogatorio di garanzia, ma ha preferito rimanere in silenzio non rispondendo alle domande del giudice. Per il momento l'80enne rimarrà agli arresti domiciliari visto che il suo legale non ha ancora presentato richiesta di modifica della misura restrittiva. Agli atti quindi rimane soltanto la versione resa dalla vittima in sede di denuncia. La 19enne, come ha raccontato ai carabinieri di Romano d'Ezzelino, sarebbe stata aggredita e immobilizzata dall'anziano il quale le avrebbe poi messo le mani nelle parti intime, La violenza si sarebbe consumata il 4 novembre scorso nell'atrio della cucina di un pubblico esercizio di Borso, gestito dal figlio dell’80enne, dove la ragazza lavorava con altre colleghe. Soltanto due giorni più tardi sarebbe stato però denunciato dal fidanzato di lei, un 23enne di Cassola il quale, al termine di un litigio proprio con l'80enne avvenuto all'interno del locale dopo aver saputo dei fati di cui sarebbe rimasta vittima la sua fidanzata, ha chiamato il 112. Ricevuta la telefonata i carabinieri si precipitarono, pensando di dover sedare una lite, ma giunti sul posto vennero a conoscenza della vicenda. Da lì si susseguirono gli interrogatori, la confessione della 19enne e le conferme di altre due cameriere che, a loro volta, sarebbero rimaste vittime dello stesso trattamento da parte dell’anziano.