Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli agricoltori chiedono una deroga ai parametri di legge

TOSSINE NEL MAIS, QUASI METÀ DELLA PRODUZIONE TREVIGIANA A RISCHIO

Danni per 50 milioni di euro a causa dell'estate torrida


TREVISO - Quasi metà delle produzione di mais intaccata, una gran parte di questa invendibile sul mercato. Rischiano di assestare un duro colpo all'agricoltura della Marca, le cosiddette aflatossine, tossine cancerogene che si sviluppano nelle pannocchie a seguito dell'attacco di funghi. Secondo la Confagricoltura di Treviso, il danno potrebbe ammontare a quasi 50 milioni di euro. Ad essere coinvolti non solo i coltivatori di mais (con 50mila ettari, la Marca è una delle maggiori provincie produttrici in Veneto), ma anche allevamenti di vacche da latte, bovini, suini, in cui il cereale è una delle principali basi dei mangimi. a favorie la proliferazione delle tossine, l'estate scorsa caratterizzata da siccità e temperature torride. La Confagricoltura, insieme alle altre organizzazioni del comparto, ad eccezione della Coldiretti, ha richiesto alla Regione e al Ministero di innalzare, in via eccezionale, i limiti fissati per legge sulla concentrazione di aflatossine. Il provvedimento riguarderebbe solo il mais destinato all'alimentazione degli animali, non quello trasformato in farine per il consumo umano o per le vacche da latte e, secondo alcuni studi, non avrebbe alcun rischio per la salute. Le soglie stabilite in Italia, del resto, spiegano gli imprenditori agricoli, sono molto rigorose ed anche dopo l'aumento i valori delle tossine rimarrebbero ben al di sotto, ad esempio, delle percentuali comunemente accettate negli Stati Uniti.