Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Indagine-lampo, banda colpì il 3 gennaio in una tabaccheria di San Pietro

BANDITI ARRESTATI DOPO IL COLPO TRE GIOVANI STRANIERI IN CELLA

Alle 19 la rapina al market Crai di Falzè, in tarda serata le manette


CONEGLIANO - Arrestati nella tarda serata di ieri dai carabinieri, nella zona di piazzale Zoppas a Conegliano, i tre malviventi che qualche ora prima, verso le 19, avevano rapinato il supermercato Crai di Falzè di Piave. Uno dei banditi aveva afferrato alle spalle la titolare, minacciandola con un coltello alla gola mentre il complice svuotava la cassa con all'interno circa 1300 euro. Poi la fuga su una Fiat Uno verde, guidata da un complice: il mezzo era stato rubato tre giorni fa a Vittorio Veneto ed è stato trovato abbandonato dopo il colpo a Susegana. I banditi sembravano essere spariti nel nulla, come in altri episodi simili avvenuti in provincia, e invece poco dopo le 23 i militari hanno rintracciato la banda. Si tratta di un gruppetto di giovani pregiudicati stranieri con un curriculuum criminale già di tutto rispetto. “Abbiamo bisogno di soldi, non facciamo nulla”: riferiranno ai carabinieri dopo l'arresto. A finire in cella un camerunense di 19 anni, Ejoh Mitterand Elemeta, il marocchino 25enne Rachid Jamai ed il 23enne polacco Damian Piekarski. La refurtiva era stata nascosta nei calzini del magrebino. L'identificazione dei malviventi non è stata particolarmente difficoltosa per gli investigatori: i rapinatori avevano colpito a volto scoperto. Alla banda è già stata già attribuita un'altra rapina, messa a segno lo scorso 3 gennaio ai danni di una tabaccheria di San Pietro di Feletto: all'epoca venne utilizzata una pistola ed il bottino fu di 1500 euro. Le indagini dei carabinieri ora proseguiranno: ai tre stranieri potrebbero essere attribuite almeno una decina di rapine, commesse sempre con le stesse modalità. Ai nostri microfoni le parole del comandante provinciale dell'Arma, Gianfranco Lusito ed il comandante dei carabinieri di Conegliano, Valerio Marra.