Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 24enne marocchino non c'entra nulla con il delitto della 13enne Yara Gambirasio

GIALLO DI BREMBATE: CHIESTA UNA NUOVA ARCHIVIAZIONE PER FIKRI

Il supplemento d'indagini disposto dal gip ha dato gli stessi risultati


BERGAMO – (gp) Nuova richiesta di archiviazione per Mohamed Fikri. Il pm Letizia Rueggeri, dopo il supplemento d'indagini chiesto dal gip Ezia Maccora, è giunta alla stessa conclusione: il 24enne marocchino, unico indagato per la morte di Yara Gambirasio (la 13enne di Brembate di Sopra, scomparsa il 26 novembre 2010 e rinvenuta cadavere tre mesi più tardi, il 26 febbraio 2011, in un campo di Chignolo d'Isola), non c'entra nulla con il delitto. Il sostituto procuratore titolare delle indagini ha consegnato al gip tutta la documentazione richiesta, tra cui anche la nuova traduzione dell'intercettazione telefonica controversa che inizialmente aveva portato all'arresto di Fikri, fermato mentre a bordo della motonave Berkane stava lasciando Sanremo per raggiungere il Marocco. Anche i 5 nuovi periti hanno escluso che l'immigrato abbia pronunciato la parola uccisa e sembra che si stesse soltanto lamentando con l'interlocutore che non rispondeva. Ora spetta al gip Ezia Maccora pronunciarsi, ma stavolta sembra scontato che dopo tanti rinvii e supplementi d'indagine si arrivi l'archiviazione della posizione di Mohame d Fikri. Il piastrellista marocchino, residente in piazza Guarda a Montebelluna (TV) all'epoca dei fatti, è stato infatti scagionato non soltanto dai riscontri genetici effettuati sia sul luogo del ritrovamento di Yara che sul corpo della giovane, ma anche dal suo alibi. Roberto Benazzo, il suo ex datore di lavoro, un imprenditore di Vallà di Riese Pio X, aveva confermato agli inquirenti che nel momento in cui Yara venne rapita il magrebino si trovava con lui. Versione che confermava quanto detto dallo stesso Fikri nell'interrogatorio fiume tenutosi dopo il suo rocambolesco arresto.