Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sondaggio Confcommercio: ma un 10% rileva un aumento sensibile

AVVIO DEI SALDI AL RIBASSO NEI NEGOZI TREVIGIANI

Per il 65% dei commercianti, vendite in calo nei primi due weekend


TREVISO - (mz) Per oltre sei commercianti trevigiani su dieci, l'avvio dei saldi invernali 2013 è stato sottotono. Secondo un sondaggio realizzato dalla Confcommercio di Treviso, il 72% dei negozianti ha registrato vendite in calo nel primo week end di ribassi, rispetto alle corrispondenti svendite di fine stagione dell'anno scorso. Nel secondo fine settimana, la percentuale di “delusi” scende al 58%. Un 5% di operatori lamenta un calo pesante del fatturato, di quasi un terzo. Di contro coloro che rilevano un incremento passano dal 27,7 al 41,6% nei due fine settimana di saldo. E c'è anche una quota di commercianti (dall'8 al 16% del campione) che può gioire per vendite in aumento “sensibile”, dal 6 al 10% in più, rispetto ad un anno fa. Lo scontrino medio “trevigiano” passa da 115 euro (nel sabato e domenica di apertura, 5 e 6 gennaio) a 105 euro (nel weekend scorso) e riguarda soprattutto maglieria, felpe, giacconi e piumini, mentre il dato nazionale di Federmoda parla di uno “scontrino medio 2013” di 102 euro, più basso rispetto a quello del 2012, attestatosi intorno ai 121 euro. “Nell’insieme”- commenta il presidente di Confcommercio Treviso Guido Pomini- “appare, da una parte, un panorama prevedibile ed in linea con l’andamento dei consumi del 2012, dall’altra una certezza, cioè che i saldi stagionali non sono più in grado di ripagare gli effetti negativi di una stagione magra ed austera, drenata da tasse, sacrifici e timori”.