Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, blitz dei carabinieri in via Verona, sequestrato mezzo kg di droga

SPACCIO DI MARIJUANA, IN MANETTE ARTIGIANO ED OPERAIO

Due insospettabili di 48 e 34 anni nei guai: volevano "arrotondare"


TREVISO - Due insospettabili lavoratori trevigiani, senza precedenti con la giustizia e al di sopra di ogni sospetto. Dietro questa facciata un artigiano di 48 anni, Silvano Marangon, ed un operaio 34enne, Emanuele Tintorri, si nascondevano un grossista di marijuana ed un complice-pusher. Entrambi sono stati arrestati nel corso di un blitz dei carabinieri del nucleo radiomobile di Treviso nella giornata di martedì, in via Verona dove risiede l'artigiano. I militari hanno fermato, a due passi dall'abitazione del 48enne, l'operaio: aveva con sé 170 grammi di marijuana, appena acquistati dall'artigiano. La perquisizione domiciliare ha portato al rinvenimento di altri 320 grammi di sostanza pronta per essere smerciata. Entrambi devono rispondere di spaccio di sostanze stupefacenti: l'operaio è agli arresti domiciliari mentre l'artigiano si trova attualmente rinchiuso in una cella del carcere di Santa Bona. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire il reale giro di spaccio dei due uomini: i clienti, si sospetta, sarebbero giovani e giovanissimi. Entrambi avrebbero spiegato di aver cominciato a smerciare marijuana per sbarcare il lunario.