Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Revocati i domiciliari a un 25enne albanese: passa da 5 a 4 anni di reclusione

STUPRO' UNA 15ENNE: TORNA UN UOMO LIBERO CON PENA RIDOTTA

La vittima era un'amica di famiglia: i fatti risalgono al marzo 2011


TREVISO - (gp) In primo grado era stato condannato a cinque anni di reclusione per violenza sessuale su minore. La Corte d'Appello di Venezia, accogliendo le richieste dell'avvocato Alessandra Nava, gli ha riconosciuto le attenuanti generiche grazie al suo comportamento processuale e ha ridotto la pena a quattro anni. In più i giudici veneziani hanno anche revocato gli arresti domiciliari per cui E.G., 25enne albanese, è tornato a essere un uomo libero. Il giovane era finito alla sbarra per aver abusato di un'amica di famiglia, una ragazzina di appena 15 anni. Lui aveva sempre sostenuto che fosse consenziente, negando qualsiasi imputazione. L'episodio risale al marzo 2011, ma era emerso solo diversi mesi dopo. I due si conoscevano da tempo, lui la corteggiava ma lei aveva sempre respinto le sue avances. Quel giorno di marzo l'avrebbe però convinta a passare a casa sua e poi l'avrebbe stuprata. A capire cos'era successo era stata la professoressa di lettere della ragazza.