Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Revocati i domiciliari a un 25enne albanese: passa da 5 a 4 anni di reclusione

STUPRO' UNA 15ENNE: TORNA UN UOMO LIBERO CON PENA RIDOTTA

La vittima era un'amica di famiglia: i fatti risalgono al marzo 2011


TREVISO - (gp) In primo grado era stato condannato a cinque anni di reclusione per violenza sessuale su minore. La Corte d'Appello di Venezia, accogliendo le richieste dell'avvocato Alessandra Nava, gli ha riconosciuto le attenuanti generiche grazie al suo comportamento processuale e ha ridotto la pena a quattro anni. In più i giudici veneziani hanno anche revocato gli arresti domiciliari per cui E.G., 25enne albanese, è tornato a essere un uomo libero. Il giovane era finito alla sbarra per aver abusato di un'amica di famiglia, una ragazzina di appena 15 anni. Lui aveva sempre sostenuto che fosse consenziente, negando qualsiasi imputazione. L'episodio risale al marzo 2011, ma era emerso solo diversi mesi dopo. I due si conoscevano da tempo, lui la corteggiava ma lei aveva sempre respinto le sue avances. Quel giorno di marzo l'avrebbe però convinta a passare a casa sua e poi l'avrebbe stuprata. A capire cos'era successo era stata la professoressa di lettere della ragazza.