Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Dopo l'omicidio Bruno Magri, 21 anni, ha ripulito e gettato via i coltelli

ACCOLTELLATO IN CASA, INSEGUITO E UCCISO IN LAVANDERIA

Parricidio di via Ghirada, un lucido piano alla base del delitto?


TREVISO - Un'esplosione di violenza inaudita, forse un raptus o un piano lucido, determinato e dovuto da rancori accumulati del tempo? Gli investigatori in queste ore stanno cercando di dare una risposta a queste domande per far luce sull'omicidio di via Ghirada. Lo scontro violento, violentissimo che porta Bruno Magri, 21 anni, ad uccidere il padre Roberto sarebbe avvenuto nel tardo pomeriggio. Tra il padre, malato di depressione e disoccupato da oltre 10 anni, ed il figlio i rapporti sono da sempre tesi, tesissimi. Giovedì i due sono soli in casa; la madre di Bruno, Paula, insegnante universitaria, è a Padova per tenere una lezione. Il 21enne ed il padre Roberto arrivano allo scontro fisico al culmine dell'ennesima discussione. I due sono in soggiorno. Il giovane, reagendo sembra ad una provocazione dell'uomo, afferra un coltello e colpisce con alcuni fendenti il 55enne che seppur ferito riesce a scappare, scende le scale e raggiunge l'interrato. L'uomo, disperato, cerca di riparare nel locale della lavanderia: non può immaginare che quella sarà per lui una trappola mortale. Bruno Magri, con lo stesso coltello ed altre lame, finisce il padre con almeno altre sei coltellate. Il 21enne nella colluttazione si procura alcune ferite da taglio alle mani: decide quindi di raggiungere, da solo, il pronto soccorso per farsi medicare. Ai medici racconterà di essersi ferito da solo, a casa. Il giovane, ancora sotto choc, chiama dall'ospedale la madre Paula e le racconta quel che è successo. Bruno, dopo essere stato medicato, fa ritorno a casa e qui, probabilmente, pulisce i coltelli utilizzati per il delitto e li getta in un bidone dell'immondizia, insieme ai vestiti insanguinati. La madre, appena giunge a casa poco prima delle 20, trova il figlio, sotto choc ed il marito, in un lago di sangue: chiede aiuto ad un vicino di casa che avverte i carabinieri. Sul posto i militari arrestano Bruno Magri che è stato poi interrogato fino a tarda notte.